Fiom promuove Ducati


“Se il contratto aziendale in deroga è migliorativo rispetto a quello nazionale, siamo prontissimi a collaborare. E alla Ducati stiamo lavorando perchè si arrivi ad un accordo innovativo entro questo principio base”. Lo dichiara il segretario nazionale della Fiom-Cgil, Maurizio Landini. L’atteggiamento che la Fiom dimostra nei confronti della Ducati, dunque della proprietà tedesca Audi-Volkswagen, è diverso da quello messo in campo con la Fiat. I tedeschi “sono pronti a trattare, a discutere. Sono stato alla Volkswagen in Germania – risponde Landini – ho incontrato i colleghi dell’Ig metal”, sindacato delle tute blu tedesche, “si è aperto un rapporto di confronto in un contesto più ampio. In Fiat, invece, volevano imporre dall’alto un modello di lavoro che aumentava, attraverso lo straordinario, il lavoro di pochi riducendo però l’occupazione. In Ducati è previsto il lavoro quattro giorni alla settimana, pari a una media molto vicina alle 30 ore settimanali. Si lavora 30 ore, pagate 40: vuole dire che a fronte di un piccolo sacrificio di presenza il sabato e la domenica, ma solo un paio di domeniche, non tutte, si ha per ritorno una secca riduzione di orario e di conseguenza un aumento di occupazione”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet