Finisce il sogno del Sassuolo: addio alla Serie A


MODENA, 6 GIU 2010 – Addio sogni di gloria per il Sassuolo, che si ferma a pochi passi da una storica promozione in Serie A. Sarà infatti il Torino ad affrontare il Brescia per la terza promozione (mercoledì andata in casa, ritorno domenica 13). La vittoria dei granata ha fatto svanire il sogno degli emiliani, che al loro secondo anno di serie B si sono fermati in semifinale, non riuscendo così a sfruttare il vantaggio guadagnato dopo l’1-1 dell’andata. Per il Torino è stato ancora decisivo Rolando Bianchi, in gol in apertura di ripresa, che ha dato nuovamente il vantaggio alla squadra di Colantuono dopo il pari di Martinetti a metà primo tempo. La partita si è infatti infiammata subito e il Torino ha annullato dopo poche battute il vantaggio che il Sassuolo si era conquistato chiudendo il campionato al quarto posto (quinti i granata). Azione sulla destra: Bianchi ha lavorato un bel pallone e ha servito Scaglia che, in piena corsa, ha calciato nell’angolo alla sinistra di Pomini per poi andare a festeggiare sotto la curva che ospitava i quasi quattromila tifosi del Torino. Ma il Sassuolo non ha perso la testa e a metà tempo ha colto il pareggio: Zampagna ha aperto sulla destra per Consolini che ha messo in mezzo dove Martinetti, già in gol mercoledì scorso a Torino, è svettato più in alto di tutti e ha battuto un Morello non esente da colpe. Poi c’é stata un’occasione per il Torino al 33′ con Salgado che ha calciato a colpo sicuro dentro l’area ma Rossini ha sventato anche con un po’ di fortuna. Risposta del Sassuolo: Quadrini per Fusani che ha calciato al volo ma troppo debolmente. Nella ripresa è stato il Torino a mettere di nuovo la freccia. Azione sulla sinistra: Scaglia ha messo un pallone sul secondo palo dove si è avventato Bianchi che di testa ha corretto in rete praticamente a porta vuota. Il Sassuolo ha chiesto invano il rigore all’11’ per una carica in area subita da Minelli e poi, dopo un tiro pericoloso di Bianchi, ha avuto un’occasione al 30′ con Martinetti stretto però nella morsa delle difesa granata. Il Torino si sarebbe poi potuto garantire in anticipo la finale, ma al 31′ il palo ha respinto la conclusione di Scaglia con Pomini battuto. Finale concitato e nervoso in cui Rossini ha pagato per tutti con l’espulsione per un intervento falloso su Morello.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet