Fiere Bologna, la preoccupazione di Assohotel


Gli albergatori di Confesercenti temono la perdita di un settore, quello del turismo fieristico, “che per anni è stato una voce economica importante” per il territorio. Quindi Assohotel rilancia l’allarme (e la preoccupazione) per la Fiera di Bologna, alle prese con la forte concorrenza degli altri expo. A dare voce (di nuovo) ai timori è Paolo Mazza, albergatore di Bologna, vicepresidente regionale e numero uno dell’associazione sotto le Due torri, oggi all’Assemblea di Assohotel Emilia-Romagna. “La cronaca bolognese di questo ultimo periodo, che riguarda soprattutto il distretto fieristico, ci preoccupa molto – afferma Mazza – come sappiamo non è solo il turismo vacanziero low cost quello che sostiene l’economia turistica bolognese, ma soprattutto quello del business che porta uomini d’affari nella nostra città per periodi più lunghi del turista mordi e fuggi”. Dunque, avverte il numero due regionale di Assohotel, “come associazione vogliamo incidere sulle scelte strategiche per il nostro capoluogo, per non perdere un settore del turismo che per anni è stato una voce economica importante per la filiera turistica”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet