Fico alla settimana della Cucina italiana nel mondo


C’è anche FICO Eataly World, il grande parco del cibo italiano che sta sorgendo a Bologna, tra i protagonisti della Settimana delle Cucina Italiana nel Mondo. Promossa dai ministeri degli Affari Esteri e delle Politiche Agricole, nell’ambito della campagna “The Extraordinary Italian Taste” per la valorizzazione e la tutela dell’autentico agroalimentare italiano, la Settimana si svolgerà dal 21 al 27 novembre in oltre 100 paesi e comprende un calendario di 1.300 eventi centrati su qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio, biodiversità.

L’iniziativa è stata presentata a Roma, a Villa Madama, a media nazionali e internazionali, alla presenza di istituzioni, associazioni di categoria dell’agroalimentare, grandi cuochi e sommelier, esponenti del mondo della cultura. Tra i progetti prescelti per il debutto mondiale, il parco tematico bolognese dedicato alle eccellenze del cibo italiano dal campo alla forchetta, è stato illustrato da Tiziana Primori, amministratore delegato di FICO Eataly World, e da Andrea Segrè, presidente della Fondazione FICO per l’Educazione alimentare ed alla Sostenibilità. Nella Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, la Fabbrica Italiana Contadina prenderà inoltre parte alla delegazione che dall’Emilia-Romagna farà rotta sugli Stati Uniti, il principale mercato per l’export agroalimentare Made in Italy, con una presentazione a New York, dove la manifestazione viene anticipata di una settimana per la festa del Ringraziamento.

“Siamo orgogliosi – spiegano Primori e Segrè – che FICO possa rappresentare l’Italia e la sua straordinaria cultura del cibo a questo appuntamento internazionale che per la prima volta promuove l’intera filiera agroalimentare italiana. La Settimana rappresenta il lancio sui mercati mondiali della Fabbrica Italiana Contadina, che aprirà nella seconda metà del 2017 e che vuole raccogliere l’eredità di Expo in molti sensi: offrire ai visitatori un’esperienza unica, coinvolgente e suggestiva, del meglio del nostro cibo, ma essere anche un punto di riferimento per l’educazione al consumo ed alla sostenibilità, ed una vetrina internazionale per la grande tradizione agricola, gastronomica, artigianale e produttiva da cui nasce la migliore cucina italiana”.

FICO Eataly World rappresenterà infatti l’intera filiera del cibo Made in Italy: su una superficie di circa 80 mila metri quadrati, troveranno posto quasi un ettaro e mezzo di campi e allevamenti dimostrativi, altrettanti di mercato e botteghe, 40 laboratori di trasformazione, 25 ristoranti, circa 10 aule per la didattica e la formazione e 4 mila metri quadrati di padiglioni per eventi, iniziative culturali e didattiche legate al cibo. Il parco sarà la struttura di riferimento per la divulgazione e la conoscenza dell’immenso patrimonio enogastronomico dell’Italia e la sua valorizzazione internazionale, e punta ad attrarre 6 milioni di visitatori l’anno da tutto il mondo.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet