Fiat, Modena si prepara per lo sciopero del 16 dicembre


©Trc-TelemodenaMODENA, 29 NOV. 2011 – Il segnale inviato a livello nazionale dal segretario Maurizio Landini sarà recepito anche a Modena: il prossimo 16 dicembre sarà sciopero, di quattro ore, anche qui. Fiom/Cgil reagisce compatta al recesso dal Contratto Nazionale della Metalmeccanica annunciato da Fiat: i lavoratori delle aziende modenesi del gruppo – Ferrari, Maserati, CNH e Irisbus – sciopereranno, assieme a tutti i metalmeccanici legati alla sigla sindacale.La Fiom-Cgil motiva la decisione dicendosi preoccupata che un contratto nazionale simile a quello di Pomigliano d’Arco possa approdare anche a Modena: eventualità che, per il momento, non viene confermata. “Le aziende modenesi del gruppo Fiat non sono in crisi”, spiega il sindacato. “Ci vengono chiesti gli straordinari, queste sono aziende sane”. Discorso valido, secondo i rappresentanti sindacali, anche per la Maserati, le cui difficoltà sarebbero da attribuirsi alla mancanza di un piano industriale.Per i lavoratori del gruppo Fiat a Modena si muove anche la politica locale: l’assessore Graziano Pini, ieri in Consiglio Comunale a Torino per parlare della situazione dell’azienda, torna con la sensazione che comuni e province nei quali è forte la presenza della Fiat non vengano ritenuti, dall’azienda, attori importanti della vicenda.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet