Ferretti smentisce Financial Times: non siamo al crack


in collaborazione con Teleromagna29 GEN. 2009 – La Ferretti smentisce le voci allarmistiche, rimbalzate dall’Inghilterra tramite un articolo del Financial Time, sulla sua situazione finanziaria. Siamo momentaneamente in una fase delicata – è il succo della posizione del gruppo cantieristico romagnolo – ma pensiamo di uscirne al più presto. A dare il via alla ridda di voci che arrivavano anche ad ipotizzare addirittura il crack finanziario era stata la notizia, diffusa dal giornale economico inglese, che la Ferretti aveva sospeso il pagamento della rata sugli interessi del suo debito. Un evento di certo non positivo, ma che sta a significare, è la precisazione che arriva dall’azienda, solamente l’intenzione di rinegoziare con il sistema bancario le modalità del pagamento. Una necessità di mettere in relazione con il difficile momento che sta vivendo la cantieristica mondiale e che con i suoi riflessi coinvolge anche il gruppo Ferretti, alle prese anch’esso con la contrazione o l’annullamento degli ordini. Una crisi che coinvolge soprattutto la fascia medio bassa della prestigiosa e costosa gamma di prodotti offerti dai vari marchi che compongono la galassia Ferretti. Insomma se per i mega yacht destinati agli emiri e agli altri ricchissimi non si sono problemi, non è così per le altre imbarcazioni, destinate ad una fascia di clientela che, seppure dotata di notevoli mezzi finanziari, al momento si è fatta molto più restia ad effettuare nuovi acquisiti di questo genere.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet