Ferretti-sindacati, accordosu 56 esuberi volontari


FORLI’, 13 GIU. 2013 – Ferretti spa, le organizzazioni sindacali e le Rsu di cantiere hanno sottoscritto l’accordo riguardante la gestione dei cento esuberi (tra i lavoratori indiretti) dichiarati a febbraio 2013 dall’azienda. A comunicarlo, con un comunicato congiunto, le tre organizzazioni sindacali Fillea, Filca e Feneal. L’accordo prevede come unico ed esclusivo criterio per l’individuazione degli esuberi la disponibilità volontaria dei lavoratori ad essere collocati in mobilità. "Le uscite saranno distribuite a partire da subito e fino a novembre 2014 (periodo coperto dall’accordo di Cigs) – viene precisato – entro un massimo di 56 lavoratori distribuiti in tutti i cantieri Ferretti. L’accordo prevede un incentivo all’esodo di 25.000 uguale per tutti i lavoratori che aderiranno alla procedura; per coloro che dichiareranno per iscritto la disponibilità ad aderire alla procedura di collocazione in mobilità entro il mese di settembre 2013 (anche per uscite successive a tale data) saranno riconosciuti ulteriori 5.000 a titolo di incentivo all’esodo". "Con la sottoscrizione di questo accordo Fillea, Filca e Feneal ritengono di aver concluso il percorso avviato all’atto della presentazione del piano industriale da parte della Ferretti spa. Per questa ragione è stato chiarito all’azienda che ulteriori ipotesi riorganizzative di qualunque natura non solo non vedrebbero le Organizzazioni Sindacali concordi, ma ci troverebbero esplicitamente contrari. A questo punto aspettiamo che quanto previsto nel piano industriale in termini di investimenti produttivi e commerciali – terminano i sindacati – venga per davvero messo in campo e cominci rapidamente a produrre effetti".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet