Debutto a Monaco del Ferretti M/Y Cloud 9


Ferretti Group presenta al Monaco Yacht Show 2017 CRN, M/Y Cloud 9, imbarcazione di 74 metri al suo debutto mondiale. Il mega yacht è varato a fine gennaio e consegnato in primavera, e per la prima volta viene presentato al pubblico internazionale. La flotta del Gruppo è completata da altri due modelli: il nuovo Custom Line Navetta 33 e il maxi coupé Pershing 108, ammiraglia della flotta Pershing. Nel tradizionale incontro con la stampa l’a.d di ferretti Group, avvocato Alberto Galassi, insieme al direttore Commerciale Stefano de Vivo ha illustrato gli sviluppi del programma triennale di investimenti nel settore dei super e mega yacht. “Siamo molto soddisfati dei nostri risultatio: nel segmento grandi yacht a marchio Riva, Pershing, Custom Line e CRN la nostra crescita è costante, superiore a quella complessiva del mercato. Grande merito va alla Super Yacht Yard di Ancona, che già rappresenta l’eccellenza navale del Gruppo nel campo dei super yacht e dei mega yacht fully custom: navi portabandiera della nautica italiana.” Nel dettaglio, sono 25 i milioni di euro destinati fino al 2019 al totale rinnovamento del cantiere. Di questi, 8 milioni sono già stati investiti per l’ammodernamento degli impianti esistenti e la creazione di nuove infrastrutture a terra e a mare anche per lo sviluppo dell’attività di business dedicata al refit. Il portafoglio ordini consolidato di Ferretti Group è pari a 522 milioni di euro, di cui 276 milioni generati dal segmento dei grandi yacht sopra i 30 metri. Questo segmento è cresciuto progressivamente nel corso degli ultimi 3 anni: dai 113 milioni di euro del 2015 si è passati a una raccolta ordini consolidata pari a 181 milioni di euro nel 2016 (+60%). Il Gruppo prevede di chiudere l’anno in corso in crescita di oltre il 50%, raggiungendo un valore intorno ai 276 milioni di euro sui 522 totali del Gruppo. Presso la Super Yacht Yard sono attualmente in costruzione 3 navi a marchio CRN. CRN 135, di 79 metri, diverrà la seconda nave più grande mai realizzata dal cantiere, mentre lo scafo di CRN 137 di 62 metri, è appena entrato nel proprio stabilimento produttivo: entrambi saranno varati nel 2019.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet