Ferrari, prima per raccolta obbligazionaria


Ferrari è prima per raccolta di fondi sul mercato del debito. Il Premio, che è stato consegnato da Equita SIM con il patrocinio di Università Bocconi e Borsa Italiana, è volto a riconoscere alle società selezionate l’originalità e l’efficacia dell’operazione realizzata sul mercato dei capitali come leva per il rilancio e lo sviluppo dell’impresa. L’elenco di operazioni / società candidate al Premio è stato predisposto considerando le operazioni effettuate da società italiane in un intervallo temporale che va dal 4 dicembre 2015 al 30 novembre 2016.
A selezionare le operazioni meritevoli del Premio per le differenti categorie è stata una giuria, presieduta e coordinata da Francesco Perilli, Amministratore Delegato di Equita SIM, e composta da: Paolo Basilico (Presidente e Amministratore Delegato Kairos Partners SGR), Stefano Caselli (Vice Rector for International Affairs e Full Professor of Banking & Finance Università Commerciale Luigi Bocconi), Paolo Colonna (Non executive Chairman Permira Associati), Claudio Costamagna (Presidente Cassa Depositi e Prestiti), Rodolfo De Benedetti
(Presidente Gruppo CIR), Stefano Gatti (Director Full Time MBA – SDA Bocconi School of Management), Raffaele Jerusalmi (Amministratore Delegato Borsa Italiana), Paolo Marchesini (Amministratore Delegato e Group Chief Financial Officer Campari), Gaia Mazzalveri (Head of Financial Institutions Equita SIM), Marina Natale (Head of Strategy, Business Development & M&A Unicredit), Umberto Nicodano (Partner Studio Legale Bonelli Erede), Giovanni Tamburi (Presidente ed Amministratore Delegato Tamburi Investment Partners), Fabrizio Viola
(Consigliere Delegato Banca Popolare di Vicenza) e Andrea Vismara (Head of Investment Banking Equita SIM).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet