Ferrari migliora target 218, confermata edibta


Ferrari migliora alcuni dei target 2018: gli investimenti salgono da 550 a circa 650 milioni, il debito industriale netto scende da 400 a 350 milioni. Confermato l’ebitda uguale o superiore a 1,1 miliardi e oltre 9.000 consegne. Ferrari stima nel 2022 un ebitda tra 1,8 e 2 miliardi – Mediobanca aveva ipotizzato che l’obiettivo di 2 miliardi sarebbe stato rivisto al ribasso, giudcando negativamente la cosa, che poi non è avvenuto – con un margine del 38% e un fatturato superiore ai 5 miliardi. Ferrari stima un dividendo in crescita al 30% dei profitti nel 2022 (oggi 25%) e prevede un buy back di 1,5 miliardi nei prossimi 4 anni. “Il piano si basa su previsioni prudenziali. È un piano ambizioso ma fattibile basato su solide basi”. Lo ha detto Louis Camilleri ad di Ferrari rispondendo agli investitori. “C’e un potenziale importante per nuovi successi di Ferrari in tutta l’Asia in particolare in Cina. Anche il crescente benessere è un elemento a nostro favore”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet