Ferrari: rossa frena e scivola in coda a listino milanese


Giornata pesante per Ferrari in Borsa: il titolo in Piazza Affari ha ceduto il 6,9% finale a 91
euro netti. Il calo deriva soprattutto da un report di Morgan Stanley, che ha tagliato da ‘overweight’ a ‘underweight’ il suo giudizio sul Cavallino e ridotto il prezzo obiettivo a quota 83,7 alla luce soprattutto della corsa delle quotazioni nell’ultimo anno. Debole in scia Exor, che ha perso il 3,5%, mentre Fca ha concluso in calo dell’1,1%.

Ferrari scivola (-5,3% a 92,5 euro) in coda al listino milanese. A frenare la Rossa è il giudizio di
di Morgan Stanley, tagliato da overweight a underweight, e il target price ridotto a 83,75 euro, alla luce soprattutto della corsa delle quotazioni del titolo nell’ultimo anno. Ma viene segnalata anche la minaccia competitiva rappresentata da McLaren, Aston Martin, Lamborghini. Gli investitori, secondo gli analisti della banca americana, devono prepararsi all’arrivo sui mercati azionari di altri marchi del lusso, dato che le sfide nell’industria automobilistica spingono le aziende a suddividere alcuni dei loro marchi più attraenti e di valore. Anche la potenziale Ipo
di Maserati – afferma il report di Morgan Stanley – darebbe un’altra opportunità agli investitori in questo segmento. Viene poi citato il rischio legato all’eventuale ingresso di Ferrari nel mercato dei Suv che esporrebbe il Cavallino Rampante a segmenti e a clienti ancora inesplorati.

 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet