Ferrari, frenata sul contratto aziendale


MODENA, 5 OTT. 2011 – Ci si aspettava quasi un proforma. Il tavolo per il rinnovo del contratto aziendale della Ferrari ha invece riservato una sorpresa. C’è da scordarsi una conferma automatica di quanto garantito finora ai lavoratori. In una nota congiunta, Fiom, Fim, e Uilm, annunciano lo stop alle trattative messo dall’azienda nell’incontro di stamattina in Confindustria a Modena (uno degli ultimi che si terranno in quella sede)."Ferrari Auto ha confermato – si legge nel comunicato – che l’uscita dal sistema Confindustria, come da lettera dell’AD Marchionne, riguarda anche la Ferrari e di non essere in grado di definire neanche quale riferimento contrattuale verrà applicato in Azienda a partire dal primo gennaio 2012". Per i dipendenti la notizia corrisponde a una conferma della confusione che già si sentiva nell’aria. "Questo fatto – continuano i tre principali sindacati metalmeccanici", impone una riflessione profonda sulle prospettive del contratto integrativo e sulla definizione dei contenuti. Riteniamo grave pensare che fra soli tre mesi i lavoratori saranno lasciati nella più completa incertezza e insicurezza sulle regole base che riguardano il proprio rapporto di lavoro."Le prime mobilitazioni sono già in calendario. Lunedì è convocata una riunione della Rappresentanza sindacale unitaria. Ed entro venerdì prossimo saranno organizzate le assemblee con tutti i dipendenti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet