Ferrari, è stato di agitazione


MODENA, 14 OTT. 2011 – Stato di agitazione alla Ferrari, dopo l’uscita della Fiat da Confindustria. Ieri il sindacato dei metalmeccanici della Fiom ha organizzato assemblee alla Ferrari di Maranello e alla Ferrari Scaglietti di Modena: "Non abbiamo ancora capito – spiega il segretario della Fiom modenese Giordano Fiorani – che contratto avranno i dipendenti nel 2012 dopo la decisione dell’ad Marchionne". Al termine degli incontri, è stato deciso l’immediato blocco degli straordinari e altre otto ore di sciopero a discrezione delle Rsu a partire da lunedì. Nel frattempo, già da mercoledì, nelle bacheche aziendali la direzione ha affisso un comunicato in cui veniva confermata l’intenzione di "rispettare gli accordi presi direttamente con le organizzazioni sindacali territoriali e quelli che saranno siglati a livello nazionale dalle stesse organizzazioni". Una precisazione che non soddisfa la Fiom che lunedì chiederà ufficialmente un incontro con la direzione della Ferrari.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet