Ferrari, suona ancora la campanella a Wall Street


Ferrari protagonista ancora una volta a Wall Street. Nell’ambito delle iniziative per il Columbus day, a due anni dalla quotazione alla Borsa di New York, il presidente del Cavallino Sergio Marchionne ha avuto l’onore di suonare nuovamente la campanella di inizio seduta del mercato finanziario più famoso al mondo. Mentre all’interno la sala era colorata di rosso con i simboli del 70esimo anniversario della Rossa, all’esterno erano in bella mostra alcuni modelli Ferrari. ‘La stagione di F1 non è ancora persa, c’è tempo per rifarsi” ha detto Marchionne intervistato da Class Cnbc sottolineando i passi avanti fatti in termini di prestazioni nei confronti della Mercedes. “Ho sempre creduto nel Cavallino da quando sono entrato in Fiat – ha continuato il numero di uno della Casa di Maranello commentando l’ottimo andamento del titolo che in due anni a Wall Street ha più che raddoppiato il proprio valore passando dai 52 dollari per azione al debutto agli attuali 115. E sulla suggestione elettrica Marchionne ha detto: “Ci arriveremo magari nel futuro. Ma non potremo mai togliere il nostro motore”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet