Ferrara premia le imprese eccellenti


FERRARA, 17 APR. 2009 – “Creatività e innovazione per uscire dalla crisi”: questo il tema al quale è dedicata la 7° edizione del Repertorio provinciale delle imprese eccellenti, in programma per sabato 18 aprile, alle ore 10, presso la sede provinciale della Cna di Ferrara (via Caldirolo, 84). Alla cerimonia di premiazione delle imprese qualificatesi tra le prime, per pratiche innovative e capacità competitiva, interverranno Paolo Govoni, presidente provinciale della Cna; Corradino Merli, direttore provinciale dell’Associazione; Stefano Manfredini, presidente della Commissione brevetti e spin off dell’Università di Ferrara; Vittorio Mangolini, presidente del Club Cna dell’Eccellenza; Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara. Conclude i lavori Sergio Silvestrini, segretario nazionale della Cna.Che valore assume questo premio all’eccellenza, nel pieno di una crisi che mette alla prova la tenuta del patrimonio produttivo della nostra provincia? E perché la scelta di porre al centro dell’iniziativa innovazione e creatività?Lo spiega il direttore provinciale della Cna, Corradino Merli, che puntualizza: “Vogliamo guardare avanti, questo è il significato più profondo della nostra iniziativa. Avvertiamo questa necessità, proprio perché siamo impegnati fortemente, giorno per giorno, a fianco delle imprese, sollecitando istituzioni locali, banche, associazioni e forze politiche a fare fino in fondo la propria parte per sostenere il sistema imprenditoriale e produttivo della nostra provincia nell’attuale situazione economica. Al tempo stesso, riteniamo di dover cogliere la crisi come stimolo al cambiamento e alla innovazione, lavorando per una nuova stagione di sviluppo del nostro territorio, basata su una larga condivisione di progetti, obiettivi e unità di intenti”.“Ciascuno trovi la definizione che preferisce – aggiunge Merli – concertazione, patto o tavolo per lo sviluppo o altro. Siamo di fronte, comunque, ad una necessità profonda della nostra comunità provinciale, diversamente la prospettiva è quella di un indebolimento della struttura produttiva e occupazionale e di un considerevole abbassamento del tenore di vita delle famiglie ferraresi, soprattutto a danno dei più deboli. Dunque, innovazione e creatività sono più che mai parole chiave per costruire uno sviluppo più avanzato, fondato sul dinamismo e la competitività dell’economia provinciale, sulla capacità di diversi soggetti di operare in rete nell’ambito del sistema territoriale. Introdurre una diffusa ed efficace innovazione ai diversi livelli della società e dell’economia è un banco di prova determinante e ineludibile per tutti. Imprese e soggetti protagonisti del territorio: nessuno può dirsi immune da un processo profondo di cambiamento e trasformazione”.“Quella di Cna è una scommessa positiva, nella convinzione che possiamo farcela – afferma il presidente provinciale della Cna, Paolo Govoni – Ciò a condizione che ci impegniamo a lavorare su un progetto condiviso di crescita del nostro territorio, puntando sulla qualità e l’efficienza, sul miglioramento continuo e la ricerca di nuovi spazi di mercato, come hanno fatto le imprese protagoniste della odierna edizione del Repertorio dell’eccellenza. Un premio, che oggi assume un significato ancora più importante per l’insieme della società ferrarese, di fronte alla ulteriore conferma delle inestimabili risorse produttive e umane di cui dispone la nostra provincia ”.“Tra queste – continua Govoni – senza dubbio, le imprese, molte delle quali oggi costrette a rinviare investimenti rilevanti, ma che non rinunciano a migliorare, elevando la capacità competitiva e la qualità delle proprie prestazioni, a creare sistemi in rete facendosi forti di relazioni produttive più estese ed efficaci, come dimostrano emblematicamente le aziende che premieremo sabato mattina”.Le imprese finaliste di questa VII edizione del Repertorio sono state valutate sulla base di rigorosi e sperimentati criteri riferiti alla qualità della gestione manageriale dell’azienda, come: approccio al mercato, sviluppo dell’innovazione, servizio al cliente, gestione delle risorse umane, pianificazione e controllo e rapporto con il sistema territoriale di appartenenza. Alla selezione finale sono giunte 25 aziende, tra le quali saranno proclamate sabato mattina le migliori dieci dell’anno 2008.Le 25 imprese finalisteAzienda Agricola La Rocchetta sas di Turra Adriano (Ferrara); Balboni Omero Srl (S. Agostino); Da Kapogiro snc di Fragozzi M. & Montanari L. (Ferrara); Elettronica Marittima srl (Goro); Fabrizio Rocchi Artstudio (Ferrara); Fermax di Fumolo Massimiliano (Argenta); Futura Software (Ferrara); Gardinali Giuliano (Ferrara); Geo Costruzioni srl (Formignana); KA Solari Energie Rinnovabili sas (Ferrara); La Lente di Schiavi Mariella & C. snc (Ferrara); La Parisienne snc di Gobbetti G. e Gavioli F. (Ferrara); Loffredo Costruzioni srl (Ferrara); Marani Manuele Impianti Elettrici (Dogato); MG Recycling srl (Bondeno); Montefiori snc di Montefiori Gino e C. (Anita); OMC di Castellucci Andrea (Longastrino); OMP snc di Pretelli Marco & C. (Longastrino); Pasquali Srl (Ferrara); Pasticceria Delizia snc di Galleran Pietro & C. (Copparo); Red Line srl (Vigarano Mainarda); SATE di Conti Gianni & C. snc (Ferrara); Scutti Filippo (Longastrino); Studio Model Service di Orfea Manzini snc (Cento); Tecnoshield snc di Mangolini & C. (Ferrara).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet