Ferrara, operaia muore soffocata da macchinario


FERRARA, 25 GEN. 2011 – Le sue condizioni da subito sono sembrate disperate. Non ce l’ha fatta Simona Grimaldi, l’operaia ricoverata d’urgenza presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Anna. E’ l’ultima vittima sul lavoro, caduta in un incidente avvenuto ieri a Mirabello, nel ferrarese, alla Iso, azienda che produce imballaggi. La sua sciarpa è rimasta impigliata nell’ingranaggio di una macchina soffocandola. Nel primo pomeriggio, a distanza di 24 ore dall’incidente, è iniziata la procedura per dichiarare la morte cerebrale della donna. Da subito la donna era entrata in coma e oggi alle 14.35 è stato attivato il collegio medico previsto per legge che dovrà accertare la morte della paziente, periodo di osservazione che terminerà alle 20.30. Per quanto riguarda l’incidente, tutto è avvenuto davanti alle colleghe che sconvolte hanno chiamato l’emergenza sanitaria ma all’arrivo del 118 le condizioni di Simona Grimaldi sono apparse subito gravissime. La paziente era stata trasportata d’urgenza con l’eliambulanza all’ospedale Sant’Anna e ricoverata in Rianimazione in prognosi riservata. Nella fabbrica, le prime indagini della Medicina del Lavoro dell’Asl, intervenuta con i carabinieri della Compagnia di Cento per raccogliere le testimonianze e ricostruire la dinamica e le cause della disgrazia.Non appena ricevuta la notizia, alla Iso di corso Italia sono accorsi anche il sindaco Angela Poltronieri e il suo vice Paolo Canella. Messi al corrente dei dettagli della tragedia, hanno espresso solidarietà e vicinanza da parte di tutta l’amministrazione alla famiglia di Simona. Tutti speravano, ma nella notte scorsa un ulteriore peggioramento delle sue condizioni ha pregiudicato ogni possibile recupero fino alla decisione, nella tarda mattinata di oggi di attivare l’accertamento per la morte cerebrale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet