Ferrara, la sfida del Pettyrosso


Nel 2007 Vinitaly ha dato l’estremo saluto al Tocai, marchio che pè diventato esclusivo dell’Ungheria, e oggi annuncia la sfida di salvare e valorizzare l’ultimo ettaro di un vigneto che era di Tocai, dell’Emilia Romagna. E’ un lavoro delicato e certosino quello che Pettyrosso, piccola srl agricola di Montesanto Voghiera (Ferrara), presenterà in punta di piedi a Vinitaly nel grande padiglione dell’Emilia Romagna. Punte di diamante della micro-produzione, qualche migliaio di bottiglie già contese dagli estimatori, lo spumante Gattabianca, il fermo e frizzante Pettyrosso e la grappa BiancoQuore. Prima di partire per Verona la Pettyrosso riceverà domani la benedizione di frà Vittorio dei Francescani minori di Bologna dove la stessa azienda vitivinicola organizzò nel 2013 una manifestazione benefica a favore della Mensa di Padre Lino a Parma dotando la stessa di una ventina di quadri degli artisti del’associazione culturale Revolution di castello di Godego (Treviso). L’intervento del francescano ufficializzerà di fatto l’avvio dell’attività de ‘Il Fienile’ di Montesanto, patrimonio dell’ Unesco, luogo in parte ripristinato come centro culturale, enogastronomico, museale artistico, teso alla valorizzazione del territorio ed alla promozione dei prodotti locali. ‘Il Fienile’ sarà punto vendita di Campagna Amica, sede secondaria di Revolution, dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana (Asa) per le regioni Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Marche e sede infine del Comiteè Europeen de Tourisme et Gastronomie.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet