Ferrara, boom di richieste per il riavvio delle attività


FERRARA, 20 AGO. 2012 – Il bando straordinario della Camera di Commercio per il riavvio e la continuità delle attività economiche colpite esattamente tre mesi fa dal terremoto è stato letteralmente preso d’assalto dalle imprese ferraresi: 110 le richieste di contributo a fondo perduto (36% artigianato, 33% commercio, 17% industria, 7% servizi, 6% agricoltura, 1% turismo) per la riparazione di impianti, macchinari e attrezzature, l’acquisto di scorte di materie prime e la redazione di perizie per il rilascio della certificazione di agibilità sismica. Una risposta, sin dal primo giorno di apertura del bando, di tante piccole e medie imprese ferraresi, appartenenti a tutti i settori economici, pronte a ripartire pur tra mille difficoltà. Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio, non nasconde soddisfazione: "Le numerose domande pervenute sono un’occasione preziosa per capire come questo territorio possa reagire alle difficoltà durissime di questo momento e tornare a guardare al futuro con maggiore fiducia. A partire da chi fa impresa. Oggi viviamo uno dei passaggi più complessi della nostra storia, ma abbiamo le energie e le intelligenze sufficienti per superare gli ostacoli".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet