Fermiamo lo smantellamento della tv pubblica


4 NOV. 2011 – Una delle principali aziende pubbliche italiane lasciata alla deriva. Il sindacato dei giornalisti Rai chiede progetti di rilancio, a rischio c’è la sopravvivenza dell’azienda. Le trattative tra questa e l’Usigrai si sono rotte ieri."In questi ultimi mesi – spiega un comunicato del sindacato – il Servizio pubblico ha visto l’uscita di volti noti dell’azienda e la chiusura di trasmissioni di successo che, oltre a garantire una informazione plurale, assicuravano introiti pubblicitari, ancor più importanti in una fase di difficoltà economica come quella attuale.""L’Usigrai chiede progetti di rilancio del Servizio pubblico. La Direzione generale della Rai riesce solo a moltiplicare le nomine ai vertici, e ad approvare inopportuni aumenti di stipendio. Non c’è più tempo da perdere. Ci appelliamo ai cittadini e alle istituzioni: bisogna fermare lo smantellamento del Servizio pubblico radiotelevisivo."Già a partire da lunedì 7 saranno messe in campo iniziative di protesta, in attesa di una data per lo sciopero generale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet