FederUnacoma, produzionea +3,5% nel 2012


CASTEL MAGGIORE (BO), 20 GIU. 2013 – Va in archivio con un incremento della produzione del 3,5% – dopo quello del 9% registrata l’anno prima – l’esercizio 2012 per l’industria italiana delle macchine e attrezzature per l’agricoltura, la cura del verde, il movimento terra e componentistica. A renderlo noto è FederUnacoma, la Federazione di Confindustria che rappresenta le imprese di settore, riunita oggi in assemblea a Castel Maggiore nel Bolognese. Nel dettaglio, per quanto riguarda le trattrici, l’industria italiana ha prodotto nel 2012 un totale di 71.000 unità (+4,5%) per un valore di 2,3 miliardi di euro (+4,7% rispetto al valore dell’anno precedente) mentre per quanto riguarda le altre macchine e le attrezzature agricole il quantitativo prodotto è pari ad oltre 630.000 tonnellate complessive (+1,5% sul 2011) per un valore di 4,5 miliardi di euro (+2,4% sul 2011). Aggiungendo le trattrici incomplete e i ricambi si raggiunge una produzione totale, in valore, di oltre 7,5 miliardi di euro, per il segmento agricolo che corrisponde ad un aumento di quasi il 3,2% rispetto all’anno precedente; mentre il comparto del movimento terra registra una produzione pari a 394.000 tonnellate (+2,3% rispetto al 2011) per un valore di 2,57 miliardi di euro (+4,5% sul 2011). L’aumento della produzione – si legge in una nota – "é dovuto unicamente al buon andamento delle esportazioni, che chiudono il 2012 con un incremento di quasi il 7% in valore per le trattrici e del 7,9% per le altre macchine agricole; mentre il mercato interno chiude l’anno con una flessione complessiva del 10%". L’assemblea di FederUnacoma-Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura, ha confermato al vertice il presidente uscente, Massimo Goldoni il cui mandato è stato rinnovato sino a giugno 2016.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet