Federalismo, raggiunta l’intesa tra Regioni e Governo


ROMA, 17 DIC. 2010 – “Dopo un lungo e difficile lavoro è stato fatto un passo avanti e abbiamo stretto l’intesa sul decreto sul federalismo fiscale regionale e i costi standard sanitari”. Era soddisfatto ieri sera il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, dopo aver raggiunto con il Governo un accordo che ha richiesto diversi mesi di trattative. “Siamo solo all’inizio del percorso – ha aggiunto – abbiamo evitato una situazione gravissima, in particolare sul trasporto pubblico locale. La strada sarà impegnativa e richiederà risposte concrete e puntuali”.Il governatore dell’Emilia-Roimagna ha spiegato che “le Regioni hanno ottenuto, rispetto al trasporto pubblico locale, che le risorse liberate dal patto di stabilità siano spendibili per il 2011 mentre dal 2012 il governo si è impegnato a fiscalizzare il trasporto. Allo stesso modo il governo si è impegnato, dal 2012, a rivedere i 4 miliardi e mezzo di tagli che erano stati previsti dalla manovra di luglio”. Infine, per quanto riguarda la copertura della spesa per i ticket sanitari, Errani ha ricordato che “spetta al governo trovare le risorse altrimenti sarà il governo stesso a dover introdurre i ticket”. Una questione, dunque, che “rimane ancora aperta”.Per quanto rigurda il trasporto pubblico locale, insomma, il Governo assicurerà, in aggiunta ai 425 milioni di euro previsti dalla legge di stabilità, ulteriori 75 milioni di euro per il 2011. L’esecutivo si impegna inoltre, a fronte di un “completo adempimento da parte delle Regioni di quanto stabilito in materia di Fondo sociale europeo” a reintegrare i trasferimenti alle Regioni per un importo di 400 milioni di euro per il 2011. E, sempre nei confronti delle Regioni che rispettano il Patto di stabilità, verranno rivisti i tagli previsti per l’anno 2012 ed è prevista la fiscalizzazione dei trasferimenti per il trasporto pubblico locale dallo stesso anno. Le Regioni, invece, si impegnano a mantenere l’accordo sulla Cassa integrazione straordinaria sulla parte di loro competenza, ad adottare ogni iniziativa per contrastare il fenomeno dei falsi invalidi e a partecipare alla lotta contro l’evasione fiscale. “Dopo una giornata di incontri e di lavoro chiudiamo con piena soddisfazione” è il commento del ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. Apparso piuttosto contento perchè “è stata definita anche l’intesa sulla delibera Cipe che riguarda una bella fetta del Piano per il Mezzogiorno”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet