CARIFE: piena soddisfazione per l’adesione dei Soci alla prima fase dell’aumento di capitale


FERRARA 4 AGOSTO A conclusione della prima fase dell’aumento di capitale, riservata in opzione agli attuali Soci, la Cassa di Risparmio di Ferrara comunica di avere ricevuto adesioni per un importo pari a euro 57.662.598.Tenuto conto dell’attuale assetto azionario della Cassa, il controvalore complessivamente sottoscritto nel corso della prima fase dell’operazione risulta superiore di oltre il 15% rispetto alla quota dell’aumento di capitale di pertinenza dei Soci diversi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, corrispondente a circa 50 milioni di euro (pari a circa il 33% del totale).Sono state in particolare sottoscritte n. 1.063.580 azioni in opzione e n. 1.682.258 azioni in prelazione.La prima fase dell’aumento di capitale ha fatto dunque registrare complessivamente n. 2.745.838 azioni sottoscritte, per un controvalore di euro 57.662.598.“Siamo estremamente soddisfatti di come i Soci della Cassa hanno risposto all’operazione di aumento di capitale – dichiara il Presidente Sergio Lenzi – Le loro sottoscrizioni sono una testimonianza della volontà di mantenere Carife una Banca indipendente, sempre più attenta alle realtà locali in cui è presente, come indicato nel Piano Industriale 2011-2014.In un contesto di mercato estremamente difficile, con una congiuntura negativa, in cui i mercati azionari, i debiti pubblici e i relativi titoli sono sotto pressione, gli Azionisti Carife hanno fornito un’ottima risposta, mostrando come l’economia reale e la capacità di risparmio degli italiani, e nello specifico dei Soci dei nostri territori di riferimento, siano lontani anni luce dalla volatilità della speculazione finanziaria.”“Questo primo risultato conferma l’importanza del ruolo del Socio per la nostra Banca – dichiara il Direttore Generale Daniele Forin. L’attenzione, le modalità organizzative, e l’accoglienza dedicata agli azionisti da parte dei colleghi delle filiali della Cassa e delle Banche del Gruppo, hanno certamente facilitato le operazioni di adesione. Un ottimo gioco di squadra, quindi. Ora tutte le forze sono concentrate sulla seconda fase dell’aumento di capitale, indirizzata al pubblico indistinto.”Al termine di questa prima fase risultano ancora da sottoscrivere n. 4.407.511 azioni per un controvalore di euro 92.557.731, che saranno offerte al pubblico indistinto, secondo le modalità indicate nel Prospetto Informativo, nel periodo compreso tra il 5 agosto e il 29 settembre 2011, salvo chiusura anticipata.L’operazione di aumento di capitale prevede un controvalore massimo di euro 150.220.329, tramite l’emissione di 7.153.349 azioni ordinarie ad un prezzo di sottoscrizione unitario di euro 21.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet