cr cento chiude un buon bilancio 2012


CENTO 21 MARZO Il Consiglio di amministrazione della Cassa di Risparmio di Cento ha approvato “con comprensibile soddisfazione” il bilancio di un esercizio, quello del 2012, nonostante la fortissima crisi economica e finanziaria in atto e le conseguenze del sisma del maggio scorso. “La notizia – si legge nel comunicato ufficiale – non può che essere salutata positivamente dal territorio di riferimento (le province di Ferrara, Bologna e Modena) dove CariCento opera a supporto di imprese e famiglie attraverso 48 filiali e 426 dipendenti. Buone notizie quindi anche per i quasi ottomila azionisti (in continua e costante crescita) a cominciare dalla Fondazione CariCento, azionista di maggioranza, alla quale vanno circa i due terzi degli utili distribuiti.”L’utile ante imposte, 8,3 milioni di euro, segna una flessione contenuta (-8,9%) rispetto ai 9,1 dell’esercizio precedente. Il calo dell’utile netto, 2,3 milioni contro 4, scaturisce dalla forte incidenza della tassazione che incredibilmente supera il 72% (55% nel 2011). Il valore dell’azione durante il decorso esercizio si è mantenuto stabile, compreso fra i 23 e i 24 euro. L’entità del dividendo, secondo indiscrezioni, potrebbe aggirarsi sui 5 centesimi per azione.Grande soddisfazione per il risultato ottenuto dal team guidato dal presidente della Caricento, Carlo Alberto Roncarati, l’ha espressa Unindustria Ferrara. “Un risultato molto significativo, – spiega il presidente Riccardo Fava – soprattutto perché arriva in una fase molto difficile dell’economia, durante una crisi pesante che fa sentire ancora i propri effetti e in cui il sistema bancario è in difficoltà nell’erogazione del credito e per le esposizioni debitorie. Il territorio di Cento poi, non lo dimentichiamo, è stato anche uno dei più colpiti dal sisma del maggio scorso e tutto questo ha reso ancora più difficile il contesto nel quale operare. Proprio perché le condizioni date erano e sono queste – dice ancora – non possiamo che esprimere il nostro apprezzamento e la nostra soddisfazione per quanto fatto dal presidente, dall’intero consiglio di amministrazione e dal management della banca, che hanno dimostrato una grande capacità di gestione di questa fase difficilissima. La Cassa di Risparmio di Cento riveste un ruolo fondamentale nella nostra realtà provinciale e non possiamo che sottolineare lo spirito positivo e le azioni concrete messe in campo dall’istituto di credito a vantaggio della comunità e del sistema produttivo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet