Federmanager Ferrara; l’assemblea annuale fa il bilancio delle attività


FERRARA 16 APRILE “Consolidare la nostra organizzazione per farla diventare sempre più il riferimento sul territorio per i dirigenti aziendali. Migliorare le nostre attività istituzionali, ma anche ampliare e consolidare il nostro campo d’azione. Oltre ad essere sempre più il punto di riferimento dei dirigenti iscritti, dobbiamo prestare un’accresciuta attenzione agli altri dirigenti che, per un motivo o l’altro, non fanno ancora parte della nostra associazione. Nell’anno in corso, inoltre, vogliamo rivolgerci anche ai quadri, facendo loro conoscere Federmanager”.Sono gli obiettivi di Federmanager Ferrara enunciati nella sua relazione dal presidente uscente Michele Natale, nel corso dell’assemblea annuale dell’associazione che riunisce 260 dirigenti delle aziende industriali del territorio ferrarese. L’iniziativa era in programma ieri a Ferrara, nella salone della Camera di Commercio in Largo Castello. All’assemblea hanno preso parte anche Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara e dell’Unione delle Camere di Commercio dell’Emilia-Romagna, Loris Graffiedi, in rappresentanza di Unindustria Ferrara, Renato Cuselli, presidente di Fondirigenti, Giorgio Ambrogioni, presidente nazionale di Federmanager, Federico Sacchi, Amministratore delegato di CDi Manager.Nel 2011 Federmanager ha messo in campo una continua attività sindacale con conciliazioni, consulenze, supporto. L’obiettivo per il 2012 è quello di diventare sempre di più un supporto utile e concreto in particolare per le Pmi, aiutandole ad uscire dalla pesante crisi che sta attraversando l’economia.“E’ necessario lavorare per le aziende – ha detto Natale – non solo all’interno delle stesse, ma anche diffondendo e sviluppando iniziative a favore dell’industria. E’ per questo che stiamo consolidando i nostri rapporti con Unindustria e CDi Manager, con le quali lo scorso anno abbiamo formalizzato un accordo di reciproca collaborazione, per il supporto alle imprese tramite figure di Temporary Manager, e con Centoform, allo scopo di offrire soluzioni appropriate anche attraverso lo strumento della formazione. I risultati sinora ottenuti ci portano a dire che la strada è giusta, ma che occorre tenere un approccio più proattivo e propositivo nei riguardi delle imprese. Per questo motivo un gruppo di colleghi sta lavorando per rendere operativa una iniziativa identificata con il riferimento CMFerrara. Uno strumento in più per mettere a disposizione delle aziende, oltre alla soluzione del Temporary manager di CDi, consulenze manageriali che utilizzano le esperienze e competenze multidisciplinari del gruppo, maturate sul campo presso società per lo più leader nel loro settore”.Quella di ieri è stata l’ultima assemblea di Federmanager presiduta da Michele Natale. Ieri infatti è stato ufficializzata l’elezione di Vittorio Di Fulco a nuovo presidente, che guiderà l’associazione fino all’assemblea del prossimo anno.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet