clienti da tutto il mondo per visitare lo stabilimento Baruffaldi


FERRARA 11 OTTOBRE Sono stati 35 i clienti di ogni parte del monde presenti all’iniziativa “On site exhibition” di Baruffaldi Plastic technolgy, associata a Unindustria Ferrara, tenutasi nei giorni scorsi nello stabilimento di Ferrara.L’evento aveva l’obiettivo di creare un contatto diretto fra l’azienda e il cliente o il potenziale cliente, commerciale e ufficio tecnico, in modo da far percepire la tecnologia all’avanguardia e l’alta produttività delle macchine, la loro personalizzazione, i materiali di alta qualità e i servizi che l’azienda può rendere. Un contatto diretto non possibile neanche in fiera, che ha reso “On site exhibition” una occasione unica nel suo genere.Baruffaldi opera dal 1953 a livello mondiale nel settore delle macchine per l’estrusione plastica e tre anni fa è stata acquisita dalla Dosi srl. Oggi è un’azienda che ha scelto di non delocalizzare la produzione, dal momento che la nuova gestione l’ha arricchita di nuove sinergia aziendali sul territorio.L’iniziativa è stata anche l’occasione per presentare tutto il programma di produzione della Baruffaldi.“L’iniziativa è andata molto bene – dice Alberto Dosi, titolare della Baruffaldi – dal punto di vista commerciale abbiamo avuto presso il nostro stabilimento oltre 35 clienti da tutte le parti del mondo: India, Thailandia, Nord Africa, Europa, Sud America, sia clienti “storici” che nuovi clienti, oltre ai rappresentanti delle istituzioni che delle forze economiche e sociali. Debbo dire che siamo anche molto soddisfatti di aver potuto usufruire, per l’evento, di tutti i servizi che una realtà come Ferrara è in grado di offrire, dalla ristorazione, alla grande offerta culturale, che ci ha consentito di organizzare una visita serale esclusiva per i clienti alla mostra di Palazzo Diamanti. Nel corso dell’iniziativa abbiamo mostrato nel dettaglio i nostri impianti in funzione, i macchinari che produciamo. Abbiamo illustrato tutte le innovazioni tecnologiche, in particolare le quattro tecnologie che sono i nostri cavalli di battaglia: le attrezzature di estrusione plastica, le tecnologie per la punzonatura dei profili, quelle di taglio lama calda e fredda e quelle di assemblaggio degli avvolgibili (tapparelle)”.Questa della Baruffaldi è la prima iniziativa in assoluto in questo settore, decisa per dare modo ai propri clienti di vedere da vicino la produzione e le tecnologie svilppate.“L’altro obiettivo – spiega Dosi – era ridare fiducia e consapevolezza a tutto il gruppo di lavoro che fa andare avanti l’azienda, dopo che tre anni fa ha passato un momento difficile per la crisi economica e la scomparsa del titolare”.Dal 2008, il fatturato dell’azienda, realizzato per il 90% sui mercati esteri, è più che raddoppiato e oggi Baruffaldi occupa 30 persone tra dipendenti e collaboratori, esportando in oltre 80 paesi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet