A FORLì LA SETTIMANA DEL BUON VIVERE 2012


FORLì 6 SETTEMBRE Sarà la giornalista e scrittrice Daria Bignardi a tagliare il nastro della terza edizione della Settimana del Buon Vivere, manifestazione nazionale sul Benessere Equo e Sostenibile che va in scena dal 24 al 30 settembre 2012 a Forlì e dintorni. La conduttrice delle “Invasioni Barbariche” sarà la protagonista dell’evento inaugurale che si svolgerà lunedì 24 settembre a partire dalle 17,30 nel Salone Comunale di Forlì. «A un anno dall’evento con Serena Dandini abbiamo scelto con entusiasmo un’altra grande protagonista della comunicazione e della cultura, non a caso una donna che della propria professionalità ha fatto un elemento distintivo e di riconoscibilità a livello nazionale», spiega l’ideatrice della Settimana del Buon Vivere, Monica Fantini. Daria Bignardi aprirà la Settimana dialogando con i giovani: giovani in cerca di occupazione, giovani emergenti, giovani di successo. Quest’anno il titolo della Settimana, infatti, è “Fragile: trasportiamo futuro” e il dibattito metterà al centro l’incontro tra generazioni e culture come occasione di rinnovamento e di programmazione di un futuro più equo. Circa centotrenta gli eventi previsti sulla possibilità di costruire un’economia diversa, una “Economia a colori” come si intitola il libro di Andrea Segrè che l’inventore del Last Minute Market presenterà venerdì 28 alla Feltrinelli di Forlì. Da non perdere, mercoledì pomeriggio ai Musei San Domenico, la riflessione sul ruolo della cultura nella crescita economica a cui prenderanno parte, tra gli altri, il regista e attore Gabriele Lavia, l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Stefano Boeri, l’esperto di media e comunicazione Enrico Menduni e Monsignor Franco Perazzolo, Officiale del Pontificio Consiglio della Cultura. Un altro appuntamento su cui gli organizzatori puntano molto è il dialogo di domenica pomeriggio a Forlì sulla convivenza tra i popoli, che metterà a confronto un rappresentante del Pontificio Consiglio della Cultura con il Priore della Comunità di Bose Enzo Bianchi, il capo spirituale della confraternita islamica dei Mourid Serigne Mame Mor Mbackè e l’artista e ricercatore della tradizione ebraica Moni Ovadia. Il programma degli incontri porterà a Forlì e Cesena i grandi protagonisti della cultura, dell’economia, dell’informazione, della ricerca e dello spettacolo: il geologo e conduttore televisivo Mario Tozzi (il 25, al Verdi di Cesena), la giornalista Concita De Gregorio, lo scienziato Mauro Ferrari, il presidente di Legacoop nazionale Giuliano Poletti, la senatrice Rita Ghedini, la conduttrice del TG5 Simona Branchetti, il vicedirettore del TG3 Giuliano Giubilei, il direttore scientifico dell’IRST-IRCCS Dino Amadori, il presidente di ASAPS Giordano Biserni, il già direttore di Quattroruote Mauro Tedeschini, lo scienziato Vincenzo Balzani, il direttore di SWG Enzo Risso, gli scrittori Eraldo Baldini e Wu Ming 2, i registi Antonio Monti, Alessandro Giupponi, Dagmani Yimar, Andrea Segre e Stefania Casini, l’attore teatrale Virginio Gazzolo, la nutrizionista televisiva Sara Farnetti, e i grandi chef della Romagna a partire da Paolo Teverini. Non mancheranno momenti legati allo sport, con la maratona per l’Alzheimer che sabato 23 anticipa in maniera solidaristica la Settimana nella vallata del Savio, e quelli di spettacolo e intrattenimento, con comici come Dario Vergassola, Andy Luotto e Terenzio Traisci. Le emozioni musicali saranno affidate, tra gli altri, a Marco Sabiu e agli Spartiti per Scutari Orkestra. Fede e Tinto di Radio Due Decanter, saranno media partner e testimonial di tutta la Settimana.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet