UNINDUSTRIA FORLI’-CESENA – SACE: AL VIA IL SACE POINT PER SOSTENERE LA CRESCITA DELLE IMPRESE FORLIVESI E CESENATI


FORLì 5 APRILE Unindustria Forlì-Cesena, tra le iniziative realizzate per favorire l’internazionalizzazione delle imprese Associate e in particolare delle Pmi, propone un accordo con SACE, il gruppo assicurativo-finanziario che sostiene la crescita e la competitività delle imprese italiane, finalizzato a rendere più accessibili alle imprese del territorio gli strumenti sviluppati da SACE per favorire l’export e l’internazionalizzazione. L’accordo, annunciato oggi alla presenza di Giorgio Cangini (Consigliere con Delega all’Internazionalizzazione di Unindustria) e di Danilo Bruschi (Direttore della Sede SACE di Modena, Responsabile per Emilia Romagna e Marche), prevede l’apertura di un SACE Point presso la sede di Unindustria Forlì-Cesena (via Punta di Ferro n. 2/A), a cui le imprese potranno rivolgersi, previo appuntamento, per avere una consulenza gratuita e scegliere gli strumenti SACE più adatti alle proprie esigenze: assicurazione contro i rischi di mancato pagamento, protezione degli investimenti, emissione di fideiussioni, garanzie per linee di credito a breve e medio lungo termine, con l’obiettivo di migliorare la propria gestione finanziaria. È già attiva una linea diretta di contatto dedicata alle aziende forlivesi e cesenati (forlicesena@sace.it) e sono allo studio numerose iniziative per promuovere la conoscenza dell’offerta di SACE. “Sempre più spesso le nostre imprese associate chiedono di essere supportate concretamente nel rapporto con gli Enti sul territorio – ha affermato Cangini – e in particolare sul tema dell’internazionalizzazione. Le piccole e medie aziende, ancora oggi, hanno difficoltà ad approcciare i mercati internazionali in modo diretto e a confrontarsi con sistemi economici e culturali diversi. Non essendo particolarmente strutturate, hanno necessità di trovare supporti esterni e soprattutto adeguate risorse finanziare per aggredire i mercati internazionali e competere su scala globale. SACE costituisce un valido alleato per le nostre imprese, consentendo loro di ridurre i rischi impliciti in tutte le operazioni di export e internazionalizzazione. Ci auguriamo pertanto – ha proseguito Cangini – che questo accordo determini una sempre crescente apertura di credito nei confronti delle aziende del territorio, che, soprattutto nell’attuale situazione di crisi congiunturale, hanno necessità della massima fiducia e sostegno da parte degli Enti istituzionali preposti a tale ruolo.”“Crediamo molto in questo accordo – ha affermato Bruschi –. Pur avendo già diversi clienti in questa Provincia, tra i quali alcune eccellenze del Made in Italy, sappiamo che ancora molte aziende, soprattutto le più piccole, non ci conoscono o almeno non conoscono tutte le possibilità che il nostro Gruppo può offrire. La disponibilità di uno sportello SACE presso Unindustria aiuterà sicuramente le Pmi forlivesi e cesenati a conoscere meglio i nostri servizi che vanno dall’assicurazione del credito in Italia e all’estero, alla protezione degli investimenti all’estero, aifinanziamenti per l’internazionalizzazione, alle fideiussioni, sino ad operazioni di factoring per i creditori della Pubblica Amministrazione.” In un momento particolarmente difficile per le imprese italiane, SACE ha deciso di rendere tutti i suoi prodotti e servizi più accessibili a chi ne ha più bisogno, con un’offerta commerciale riservata solo alle imprese più piccole: PMI NO-STOP, dedicata alle aziende con fatturato inferiore a 50 milioni di euro e meno di 250 dipendenti. Grazie a PMI NO-STOP, le imprese potranno sostenere i propri piani di crescita contando su sei linee di prodotto, condizioni commerciali particolarmente vantaggiose (pareri preliminari gratuiti, tempi di risposta ridotti, nessuna spesa di istruttoria, sconti sui premi applicati), servizi di assistenza dedicati e personalizzati e una rete di uffici in Italia e all’estero a misura di PMI.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet