CRISTIAN MORETTI È IL NUOVO DIRETTORE DI AGRINTESA


FAENZA 27 DICEMBRE Importanti novità al vertice di Agrintesa, cooperativa aderente ad Apo Conerpo ed a Confcooperative e punto di riferimento per l’ortofrutticoltura nazionale con una produzione annua di 250.000 tonnellate (a cui si aggiungono 140.000 tonnellate di uva da vino), 5.000 soci, 209 dipendenti fissi e 1.800 stagionali e un volume d’affari di 230 milioni di euro. Alla guida del “colosso” dell’ortofrutta è stato chiamato Cristian Moretti, in forza ad Agrintesa dal 2007 e vice direttore dal 2011. Precedentemente, Moretti aveva occupato posizioni di crescente responsabilità all’interno di Agrifrut Romagna, altra realtà di punta del sistema ortofrutticolo di Apo Conerpo, fino ad assumerne il ruolo di coordinatore generale nel 2006. Cesenate, 39 anni, Cristian Moretti sostituisce Gianni Amidei che prosegue il proprio impegno all’interno del gruppo, in qualità di consigliere delegato delle società Alegra e Valfrutta Fresco.“Oltre a direzione generale ed altri incarichi operativi – dichiara il presidente Raffaele Drei – il processo di riorganizzazione ha interessato l’intero organigramma della cooperativa, che presenta ora una struttura più snella a partire dal Consiglio di Amministrazione recentemente rinnovato con l’ingresso di giovani imprenditori soci”.“In questo modo – prosegue Drei – Agrintesa si conferma un’azienda moderna e dinamica in grado di mettere in campo tutte le sue forze per rispondere al meglio alle esigenze del mercato globale e far fronte ad una crisi pesantissima che coinvolge anche le produzioni agricole con l’obiettivo prioritario di valorizzare al massimo il prodotto conferito dai soci e difendere così il loro reddito”.Questo ricambio generazionale si inserisce nel profondo processo di rinnovamento avviato dalla cooperativa negli ultimi anni e impostato, tra l’altro, su un moderno piano industriale. “Un progetto – ricorda il presidente Drei – che, nel contesto di crescente competitività in cui opera anche il settore ortofrutticolo, intende raggiungere importanti obiettivi quali la qualificazione delle produzioni, la maggiore specializzazione e concentrazione delle lavorazioni, l’ulteriore razionalizzazione dei costi, la flessibilità e la modernizzazione. Tutte peculiarità che aumenteranno ulteriormente l’efficienza di Agrintesa, oggi partner strategico della Grande Distribuzione Organizzata italiana ed estera alla quale può offrire una gamma completa composta dalle migliori produzioni tipiche: dall’alta qualità al biologico fino alla frutta IGP. Presente in 55 Paesi, la cooperativa può infatti contare su un’offerta di oltre 80 referenze e rappresenta la prima realtà produttiva e commerciale dell’ortofrutta italiana. “Si tratta di un traguardo decisamente importante – conclude Drei – raggiunto anche grazie al grande impegno profuso in questi anni da Gianni Amidei che dal 1994 ha guidato con grande dinamismo e perspicacia la nostra cooperativa, portandola ad una dimensione internazionale e contribuendo così attivamente anche alla crescita dell’intero sistema ortofrutticolo dell’Emilia Romagna. Il nostro rapporto di collaborazione quasi ventennale prosegue ancora in quanto Amidei ci mette a disposizione il suo invidiabile bagaglio di esperienza e professionalità, mantenendo gli incarichi di consigliere delegato delle società Alegra e Valfrutta Fresco”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet