FC 24/1/2013 banca di romagna – Fusignano ricorda Angelo Gallignani


FUSIGNANO 24 GENNAIO “Angelo Gallignani, un esempio per il futuro. La passione per il lavoro, nell’industria e nell’automobilismo” è il titolo del convegno in programma venerdì 25 gennaio alle ore 18 a Fusignano, all’Auditorium “Arcangelo Corelli” (Corso Emaldi 109).L’evento, organizzato dal Comune di Fusignano, vuole ricordare la figura dell’imprenditore Angelo Gallignani ed il suo esempio di passione e lavoro nel settore industriale e automobilistico.Nella sala-ingresso dell’Auditorium sarà allestito un percorso fotografico sulla vita di Gallignani.Il commendator Angelo Gallignani, nato a Fusignano nel 1929 e scomparso nel 2012, da sempre legato – anche professionalmente – al mondo dei motori, è stato industriale nel mondo degli accessori per auto con la sua Everest, negli anni ’50-’60-’70 terzo gruppo italiano nel settore della gomma. Il Gruppo Everest contava all’inizio degli anni 80, cinque stabilimenti in Italia e 1200 dipendenti. Amico personale di Papa Giovanni XXIII, di Gianni Agnelli e Enzo Ferrari, Gallignani fu anche presidente per 25 anni dell’Aci Ravenna e poi membro del cda e presidente dell’Autodromo di Vallelunga, divenuto negli anni, grazie al suo grande spirito imprenditoriale e dei suoi collaboratori, uno dei principali circuiti di prove di tutte le più importanti case automobilistiche europee. Gallignani è stato inoltre ideatore e promotore in Italia dei Centri Italiani di Guida Sicura.Nel mondo dell’automobilismo sportivo, Gallignani fu sponsor della scuderia romagnola di Gian Carlo Minardi ai suoi inizi nelle competizioni con il pilota Giancarlo Martini, Nel 1976, con la vittoria del titolo italiano di F.2 con la March-BMW, Gallignani decise di aumentare il suo appoggio finanziario, assumendo a tutti gli effetti la denominazione di Scuderia Everest, titolo che mantenne fino al 1979, prima di trasformarsi definitivamente in Minardi Team, preludio agli anni successivi in Formula 1.Gallignani verrà ricordato dal sindaco di Fusignano Mirco Bagnari, e dalle testimonianze di Angelo Sticchi Damiani presidente dell’Automobile Club d’Italia, Gian Carlo Minardi, fondatore del team Minardi Formula 1, Mario Vecchi, amministratore delegato della Lamborghini; inoltre ex dirigenti e da rappresentanti sindacali del Gruppo Everest Gomma, quali Mauro Salvini, Lelio Corona, Silvano Verlicchi e dai figli Nicoletta e Andrea. Hanno assicurato la loro presenza numerose personalità del mondo imprenditoriale e sportivo tra cui Mauro Forghieri, già direttore del Reparto Corse Ferrari vincitore 4 volte del Campionato del Mondo Piloti e 7 titoli Costruttori ed Arturo Merzario, pilota Ferrari degli anni ’70.L’incontro è organizzato in collaborazione con Banca di Romagna che ha coinvolto l’Isia di Faenza per allestire nel foyer dell’auditorium “Tempi Supplementari” la mostra dei progetti creativi per la reindustrializzazione degli scarti di produzione realizzati dal noto designer Paolo Ulian assieme agli studenti dell’istituto.Hanno collaborato al progetto anche le aziende Blp, Remp Rubber Technologies FALC, Maglificio Luppoli, Publigraf, Sangiorgi Legnami e Vulcaflex.L’incontro è aperto a tutti i cittadini, alle maestranze, ai tecnici, testimoni preziosi di quel passato in cui l’imprenditoria locale era straordinario modello per la nuova fase di ripresa produttiva italiana

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet