Famiglie, cresce la richiesta di credito


A livello nazionale, il primo semestre dell’anno in corso ha visto consolidarsi la crescita della domanda di credito da parte delle famiglie italiane. In l’Emilia-Romagna dall’analisi di CRIF emerge che il numero di richieste di nuovi mutui e surroghe ha fatto segnare, nel I semestre dell’anno in corso, una crescita del +14,8%, in linea con la media nazionale. Nei primi sei mesi dell’anno, l’importo medio richiesto in regione si è attestato a 122.078 Euro, in crescita del +12,7% rispetto al pari periodo dello scorso anno. A livello provinciale, Reggio Emilia ha fatto registrare l’incremento più sostenuto, con un +27,0% rispetto al I semestre 2015, seguita da Ferrara (+22,8%). La provincia di Bologna ha fatto segnare una crescita più contenuta, pari al +14,0%, mentre Parma si posiziona all’ultimo posto nel ranking regionale con un incremento del +8,5%. Relativamente all’importo medio richiesto, è Rimini a posizionarsi al primo posto in regione con 131.963 Euro, al contrario Ferrara è la provincia che ha fatto registrare il valore più basso, pari a 103.103 Euro. Relativamente alla variazione nel numero di richieste di prestiti finalizzati, invece, il Barometro CRIF mette in evidenza come l’Emilia-Romagna abbia fatto segnare un incremento del +11,1% rispetto al I semestre 2015, leggermente al di sotto della media nazionale. Per questa forma tecnica l’importo medio richiesto si è attestato a 5.714 Euro (+14,7% rispetto ai primi sei mesi del 2015). Nello specifico, Forlì-Cesena e Rimini hanno fatto segnare la crescita più forte in regione con un +16,6%, seguite a breve distanza da Bologna (+15,4%). Parma, al contrario, occupa l’ultima posizione in regione con un incremento rispetto al I semestre dello scorso anno solamente del +1,1%. In termini di importo medio richiesto, è Ferrara a guidare la classifica regionale con un valore attestatosi a 6.227 Euro, seguita da Modena (6.052 Euro) e Piacenza (6.044 Euro).

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet