False coop, Monti si appella al Governo


«L’appello al Governo di Umberto Franciosi, segretario Flai-Cgil dell’Emilia-Romagna, perché stronchi con decisione il fenomeno delle false cooperative nel distretto alimentare della nostra regione si inserisce nella battaglia che stiamo portando avanti da anni contro queste imprese che inquinano l’economia e mettono a rischio i lavoratori». Lo afferma il presidente di Legacoop Emilia-Romagna, Giovanni Monti. «Da qualche settimana come Alleanza delle Cooperative italiane abbiamo anche lanciato una raccolta di firme in calce a una proposta di legge popolare da proporre in Parlamento proprio su questo tema. La questione – prosegue Monti –, com’è noto, non riguarda il solo comparto dell’alimentare, ma ha punte elevatissime nella logistica, nel facchinaggio, nelle costruzioni. Le false cooperative producono forme di moderno schiavismo, scarsa sicurezza sul lavoro e nel lavoro, insidiano con costi più bassi la cooperazione sana». Conclude Monti: «È, dunque, una battaglia di civiltà che dovrebbe vedere mobilitate e sensibili tutte le forze sociali, le imprese, la politica. Ci auguriamo che il Parlamento, stimolato anche dalla nostra proposta di legge, assuma al più presto le decisioni necessarie e che doti di risorse umane e economiche adeguate gli organi che hanno compiti di controllo e di repressione verso questo fenomeno».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet