Fallita la catena Plenty Market. 180 posti a rischio


28 MAG. 2012 – Un fallimento arrivato a ridosso di una possibile soluzione alla crisi di Plenty Market, catena di distribuzione alimentare da mesi alle prese con riorganizzazione e chiusure di negozi. Giovedì scorso il Tribunale ha dichiarato il fallimento dell’Abrea, società proprietaria di Plenty Market.Il circuito di mini market finirà così all’asta, con grande preoccupazione dei 180 lavoratori sparsi per i 19 punti vendita delle province di Bologna, Ravenna e Ferrara. I dipendenti sono ancora in attesa della tredicesima e di cinque stipendi. Ciò a cui mirano principalmente però è la continuità occupazionale.In passato per rilevare le attività di Plenty Market si erano fatte avanti altre catene, come Carrefour e Pam. Nulla però era andato in porto. L’ultima trattativa in ballo era con la Korion, società specializzata nell’acquisizione di aziende in difficoltà e già attiva nel settore alimentare. A fermare tutto è stato, stavolta, la dichiarazione di fallimento, viste le ingiunzioni di pagamento arrivate da parte di fornitori all’indirizzo dell’Albrea.Questa sera a Bologna, i lavoratori si sono dati appuntamento in Camera del lavoro, alle 21, per un’assemblea. All’ordine del giorno le iniziative da mettere in campo per risolvere al meglio la loro situazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet