Fallimento Xanta: la Cgil va avanti


Trc-Telemodena 20092 FEB. 2009 – La Xanta è fallita, come deciso dal tribunale di Modena lo scorso 16 dicembre. Ma la Cgil annuncia che la sua battaglia contro la società di Mirandola, accusata dal sindacato, di somministrazione illecita di manodopera e sfruttamento dei lavoratori, continuerà. Il primo passo di Nidil, il sindacato degli atipici, sarà quello di aiutare i 4200 lavoratori coinvolti, 2200 del modenese, ad insinuarsi nel fallimento, per recuperare tfr e mensilità arretrate. Per presentare la domanda in tribunale, i lavoratori di Xanta, che aveva filiali in tutta Italia, hanno tempo sino al 17 febbraio. Ma i vertici della Cgil modenese auspicano anche che dalle indagini sul fallimento emergano i fatti che da anni il sindacato contesta a Xanta, ossia di aver fornito lavoratori alle aziende senza averne titolo ed eludendo attraverso fittizi appalti di manodopera le norme del settore. Anni di cause pilota vinte dal sindacato e di denunce, quella per calunnia ancora aperta. Una vicenda esemplare, per la Cgil, dei rischi connessi all’eccesso di flessibilità nel mondo del lavoro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet