Faenza, lanciano bomba carta contro sede della Cgil


FAENZA (RA), 28 DIC. 2010 – La sede della Camera del Lavoro di Faenza è stata ieri sera presa di mira da vandali che hanno fatto esplodere un grosso petardo sulla pensilina della porta posteriore della sede. Erano le 20 e 30 circa quando la deflagrazione ha allarmato gli inquilini dei piani superiori della palazzina che spaventati hanno chiamato subito i carabinieri. In quel momento la sede era vuota, nessuna persona è rimasta ferita. I militari hanno eseguito un sopralluogo e hanno prelevato del materiale per fare accertamenti sulla natura dell’ordigno."Non era mai successa una cosa del genere", ha detto il responsabile della Cgil dell’area faentina Idilio Galeotti, che oggi ha presentato una denuncia sull’episodio alle forze dell’ordine. "Non abbiamo mai ricevuto minacce e non abbiamo idea di chi possa essere stato – ha aggiunto – Per fortuna in quel momento non c’era nessuno. Ma a quell’ora spesso c’è chi esce dalla sede e se lo scoppio avesse colpito qualcuno si sarebbe fatto male. Speriamo solo che non succeda più".Il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi – ‘civico’ alla guida di una giunta di centro sinistra – ha espresso solidarietà ai sindacalisti della Cgil cittadina "per l’ignobile atto di vandalismo di cui è stata fatta oggetto la sede". Il sindaco ha pure auspicato che vengano al più presto individuati gli autori di un gesto "incivile e antidemocratico".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet