Faenza, la Cisa-Allegion si allea con università di Bologna


La Cisa-Allegion di Faenza, impresa che produce serrature e affini, si allea con
l’Università di Bologna e punta sul nuovo centro di ricerca che inaugurerà a giugno. Durante l’incontro di monitoraggio che si è tenuto ieri a Roma al Ministero dello sviluppo economico, l’azienda ha illustrato lo stato di avanzamento del piano
industriale che prevede investimenti per 17 milioni di euro nel biennio 2015-17. Dopo la profonda ristrutturazione, concordata con istituzioni e parti sociali, si delinea così un rilancio
dello storico marchio presente in Emilia-Romagna. “Ricerca e produzione insieme nello stesso sito – ha commentato l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma
Costi – sono una buona base per il rilancio aziendale. L’innovazione non è qualcosa di astratto, nasce principalmente dalla contaminazione in azienda tra i diversi reparti. Positivo
che uno dei pilastri del nuovo centro ricerche di Faenza sia stato il bando regionale sulla ricerca, portato avanti in collaborazione con l’ateneo bolognese”. In particolare è quasi del tutto completato il nuovo centro di Faenza che occuperà circa 70 addetti, oggetto fra l’altro di
11 nuove assunzioni di specialisti del settore. Si tratta di cinquemila metri quadri dedicati al cuore strategico aziendale.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet