Faenza, ingegnere muore cadendo da un’impalcatura


RAVENNA, 19 MAR. 2010 – Un incidente mortale sul lavoro è avvenuto in mattinata alle porte di Faenza. Durante i lavori in un cantiere di una casa in ristrutturazione, l’ingegnere Savino Pistillo è caduto da un’impalcatura. Un volo di sette metri che gli è stato fatale. Pistillo, cinquantaduenne, originario di San Ferdinando di Puglia, in provincia di Barletta-Andria-Trani, è noto nella città romagnola per essersi occupato della ristrutturazione della Loggia degli Infantini nel centrale corso Mazzini.L’incidente è accaduto attorno alle 9.10 in via Federico Argnani, la strada parallela alla circonvallazione che da via Batticuccolo conduce a via Ballardini. Secondo i primi rilievi dei carabinieri e degli ispettori della Medici del Lavoro di Ravenna, l’uomo è prima scivolato su una parte più bassa del ponteggio e poi è precipitato al suolo. L’ingegnere Pistillo, che ha riportato un grosso trauma cranico e presumibilmente varie lesioni interne, è morto circa mezz’ora dopo in ospedale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet