Facebook colpisce ancora: querelati tre giovani


PARMA, 28 AGO 2009 – Non è il territorio libero in cui ognuno può dire tutto quello che vuole, Facebook. Almeno per alcuni. Perché nel giorno in cui si scopre che i vertici della Lega sono “amici” del profilo che incita alla “tortura” degli stranieri, un altro esponente di centrodestra, il sindaco di Parma Vignali, decide di querelare tre giovani che negli scorsi mesi avevano parlato del “piano neve”. I commenti apparsi sul social network più popolare erano una chiara allusione alla cocaina (la “neve”, secondo una espressione comune).Prima della pausa estiva – si è appreso ora – la Procura della Repubblica ha concluso le indagini preliminari a carico dei tre; il giudice dovrà decidere per l’archiviazione o per il rinvio a giudizio. In caso di condanna, la pena prevista va da sei mesi a tre anni, con l’aggravante delle offese rivolte a una carica politica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet