F10: la Ferrari bianco-rossa


FIORANO (MO), 28 GEN. 2010 – La neve caduta nei giorni scorsi e le tempereature sottozero di oggi hanno negato alla nuova Ferrari F10 il debutto sulla pista di Fiorano. Con la cinquantaseiesima monoposto costruita a Maranello per il mondiale F1, il Cavallino riprende la vecchia tradizione di nominare le proprie vetture con l’iniziale della scudiera e le ultime due cifre dell’anno del debutto. Ma non mancano le novità, prima fra tutte il bianco degli alettoni e dei deflettori davanti ai radiatori, imposto dal nuovo sponsor. Presentata in mattinata, la F10 avrebbe dovuto girare in pista oggi pomeriggio per un video promozionale. Ma, per le condizioni dell’asfalto, il test é saltato. Si recupererà domani, sempre a Fiorano, o il primo febbraio a Valencia.  Il progetto della nuova monoposto rispecchia l’interpretazione dei regolamenti dopo i chiarimenti forniti dalla Fia per quanto concerne il diffusore. La liberalizzazione di quell’area consente di ottenere potenzialmente grandi vantaggi in termini di prestazioni. Rispetto alla F60, la F10 è nata con l’obiettivo di massimizzare il rendimento aerodinamico del doppio diffusore. Gli attacchi del motore alla scocca sono stati modificati ed è stata rivista la forma della scatola del cambio e il disegno della sospensione posteriore. Inoltre, la parte anteriore è stata sensibilmente rialzata ed è scavata nella parte centrale, in modo da ottimizzare il flusso dell’aria. Altra importante novità è l’abolizione del rifornimento e la conseguente necessità di un serbatoio capace di contenere la quantità di carburante per terminare la gara su ogni circuito. "Ho la voglia più grande di sempre", ha ammesso Felipe Massa, dopo aver svelato con Fernando Alonso, Giancarlo Fisichella, Marc Gené e Luca Badoer la F10. Il pilota brasiliano della Ferrari si è detto carico come non mai. "Dopo un anno difficile e duro – ha dichiarato – dopo l’incidente in Ungheria, ora sono veramente felice ed orgoglioso. Spero che la F10 sia davvero competitiva e possa farci tornare a vincere, a fare in modo che la Rossa torni davanti a tutti".Fernando Alonso, due volte campione del mondo con la Renault, vede invece nel suo debutto con la Ferrari una nuova occasione per puntare al titolo: "E’ la prima presentazione in rosso – ha detto lo spagnolo – ed è molto emozionante. Grazie a tutta la squadra che ha lavorato tanto per costruire questo sogno. Insieme a Felipe Massa saremo una squadra molto forte, per rendere orgogliosi i tifosi di tutto il mondo. Faremo in modo che la Ferrari torni ad essere vincente".Luca di Montezemolo ha definito infine la F10 "una macchina che ha in sé tutte le capacità degli uomini e delle donne della Ferrari per farne una macchina vincente"."Siamo una squadra latina, che parla italiano, consapevole di rappresentare le eccellenze di uno straordinario paese, cui riesce tutto quando ha lo spirito di squadra – ha proseguito il presidente – Nel nostro team lo spirito di squadra c’é, anche se è rinnovata perché un ciclo è finito e per fortuna è finito anche il 2009".  Montezemolo ha poi citato i due piloti: "Felipe è più forte di prima, Ferdinando (il presidente lo ha chiamato proprio così, ndr) ci ha battuto nel 2005 e nel 2006 con forza e capacità, e siamo contenti di averlo qui perché è un ragazzo in gamba".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet