F1, per ora Monza non sorride a Fisichella


MONZA, 12 SET. 2009 – Era partita con le migliori intenzioni, ma è finita con un misero quattordicesimo posto nelle qualifiche la giornata di Giancarlo Fisichella, che domani a Monza correrà il suo primo Gran Premio alla guida di una Ferrari. Già in mattinata, nelle ultime prove libere, si è capito che qualcosa non girava nel verso giusto: il pilota romano è andato infatti a sbattere contro un muretto, uscendone forunatamente illeso. Meglio di lui ha fatto l’altro ferrarista, Kimi raikkonen. Il finlandese peartira dalla terza posizione alle spalle di Lewis Hamilton, in pole position su McLaren, e il sorprendente Adrian Sutil, che ha registrato il secondo tempo confermando così il momento d’oro della Force India. Ancora abbastanza emozionato: è così che si sentiva Giancarlo Fisichella, poco prima dell’inizio della terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia, che si sono tenute stamattina sul circuito lombardo. Il pilota italiano, che ieri ha esordito ufficialmente sulla Ferrari con un ottavo e un ventesimo posto nelle prime due libere, era giunto ai box dicendo di sentirsi molto bene. Alla curva 11 però, la cosidetta "parabolica" è andato lungo e con la parte anteriore della vettura è andato a sbattere contro un muretto, danneggiando la ruota e la sospensione anteriore sinistra. E’ intervenuto il carro attrezza che ha portato via la vettura. Nessuna conseguenza per il pilota romano. "Non c’é stato nessun problema tecnico – ha comunque spiegato Luca Colaianni, portavoce della Ferrari – la macchina è riparabile per le qualifiche"."L’incidente? Un errore mio, non so se chiamarla distrazione perché ho frenato a velocità elevata con la macchina fredda, ma i meccanici hanno fatto un lavoro eccezionale e a 3 minuti dall’inizio delle qualificazioni sono riusciti a mettere il cofano motore ed a farmi partire". Giancarlo Fisichella è rimasto amareggiato per il pasticcio combinato, ma – grazie ai meccanici della Ferrari – si è rimesso in pista nel pomeriggio per le qualifiche. Concludendo al quattordicesimo posto il Q2, non si è però qualificato per la terza e ultima sessione, quella che assegna la pole position. "Non sono riuscito a fare il giro perfetto – ha spiegato Fisico – Dopo il mio errore di stamattina abbiamo dovuto rincorrere. Sono soddisfatto, ma con la Ferrari partire dalla settima fila a Monza non è il massimo".Il neo ferrarista ha parlato anche della Force India, sua ex squadra, che anche oggi ha piazzato positive prestazioni. Fisichella, però, non ha rimpianti. "Se sono li è anche merito mio. Se lo chiedete a loro vedrete qual è la risposta – ha detto – Io sono venuto qui per realizzare un sogno da bambino. Anche se mi avessero detto che le prossime cinque le avrebbe vinte la Force India avrei fatto la stessa scelta. Il mio sogno l’ho realizzato e adesso devo portare a termine un compito che mi sono preso e soddisfare le persone che hanno scommesso su di me. Sono convinto che ci riuscirò". Complimenti anche al suo sostituto in Force India, Vitantonio Liuzzi. "Ha avuto un’opportunità e l’ha subito sfruttata. E’ un ragazzo che se lo merita, è un bravo pilota".Al settimo cielo, invece, l’altro piota della scuderia indiana, Adrian Sutil. "E’ un gran giorno, un grande momento per me – ha detto il pilota tedesco dopo aver registrato il secondo tempo in qualifica – Dopo Spa continuiamo ad essere molto competitivi. Abbiamo fatto miglioramenti incredibili, fino a poco tempo fa non avrei mai pensato che potessimo essere in prima fila". Per la gara di domani gli avversari non sono solo Hamilton, Kimi Raikkonen, Heikki Kovalainen, ma anche il kers, il dispositivo per il recupero dell’energia cinetica che permette di aumentare la velocità: la Ferrari e la McLaren Lo possiedono, la scuderia indiana invece no. "Avrò molte auto col kers intorno a me – ha sottolineato Sutil -. E’ un grande vantaggio specialmente alla partenza e lo abbiamo già visto a Spa". Il tedesco ha aggiunto che è molto più facile guidare quando si va forte e si sta avanti dopo quasi due anni passati nelle retrovie. A proposito del suo ex compagno Fisichella, passato alla Ferrari, ha detto: "Finora è stato un weekend difficile per lui, ma ha recuperato un po’ e il quattordicesimo tempo non é male".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet