F1, atteso per oggi l’annuncio della Fia sul Mondiale che verrà


12 GIU. 2009 – Il giorno del dentro o fuori in Formula 1 è arrivato. Nel pomeriggio infatti si scoprirà la verità sul Circus che verrà, quando la Fia annuncerà le squadre che parteciperanno al Mondiale 2010. Scuderie che ieri, riunite sotto il marchio della Fota, hanno incontrato il presidente della federazione automobilistica internazionale Max Mosley per ribadire la loro posizione contro il tetto al budget. A Londra per tentare di sbrogliare la matassa di una Formula 1 che rischia di perdere la sua vera identità c’erano i team principal di Ferrari, Stefano Domenicali, di Toyota John Howett, di Brawn Gp, Ross Brawn e Red Bull, Christian Horner. Ma sui contenuti del colloquio con il n.1 della Fia i team mantengono uno stretto riserbo in attesa di quello che accadrà nelle prossime 24 ore: la federazione pubblicherà la entry list con le squadre che il prossimo anno prenderanno il via al Mondiale. Tra queste ci saranno di sicuro la Williams e la Force India, che uscendo dall’associazione dei team di Formula 1 hanno deciso di partecipare al campionato 2010 senza mettere paletti e accettando di fatto le nuove regole che includono l’ormai noto budget cap fissato a quota 40 milioni di sterline. Le altre otto scuderie riunite nella Fota hanno invece posto come condizione la firma di un nuovo Patto della Concordia opponendosi con forza al tetto proposto da Mosley che consentirebbe ai team minori o nuovi (e perlopiù sconosciuti) di notevoli agevolazioni nello sviluppo delle vetture e dei motori. Sullo sfondo del lungo braccio di ferro tra Fia e Fota aleggia sempre di più la possibilità che i grandi team, in caso di rottura definitiva, decidano di partecipare ad un Mondiale alternativo e che magari faccia tappa a Le Mans dove sabato prossimo si correrà la 77esima edizione della 24 Ore che quest’anno avrà come starter d’eccezione il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, che darà il via alla più prestigiosa gara di durata del panorama automobilistico mondiale. A Le Mans ci sarà anche Bruno Senna, nipote 25enne del compianto tre volte campione del mondo Ayrton, che non nasconde la voglia di emulare lo zio e debuttare in Formula 1 già dal prossimo anno dopo essersi messo in mostra nella Gp2: "Ho parlato con alcune persone e ci sono buone possibilità di correre in Formula 1 il prossimo anno. Il mercato piloti sembra più aperto – ha detto Bruno Senna alla Reuters – ci sono contratti in scadenza e nuovi team pronti ad entrare in Formula 1". Non è certo però che quella che Bruno Senna troverà il prossimo anno sarà la Formula 1 che suo zio ha contribuito a fare grande.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet