F1, a Barrichello il Gp di Valencia. Terza la Ferrari


VALENCIA (SPAGNA), 23 AGO. 2009 – Rubens Barrichello sulla sua BrawnGp ha vinto gran premio d’Europa di Formula Uno. Dietro di lui è arrivata la McLaren-Mercedes di Lewis Hamilton. Terzo posto per la Ferrari di Kimi Raikkonen. Per Barrichello è la prima vittoria in stagione, la decima in carriera. L’ultima risaliva al gp di Cina del 2004, quando era ancora al volante della Ferrari. Come promesso, Rubens Barrichello ha dedicato la vittoria a Felipe Massa. Appena sceso dalla sua vettura, si è rivolto alle telecamere indicando la dedica che porta sul casco per il connazionale, ferito nelle prove del gp d’Ungheria da una molla persa proprio dalla vettura di Barrichello. Una dedica che fa felici anche i tifosi della rossa, che possono gioire in parte per il risultato odierno del Cavallino.Per la sua vittoria Barrichello deve ringraziare la goffaggine del box della McLaren-Mercedes. I meccanici del team anglotedesco si sono infatti dimenticati le gomme da montare sulla monoposto di Lewis Hamilton. Un inghippo che non ha permesso al campione del mondo di ottenere la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta in Ungheria e l’11a della carriera.Bella la gara di Kimi Raikkonen che ha chiuso meritatamente al terzo posto. Con lui la Ferrari conquista oggi il suo terzo podio consecutivo. “Non è andata male, ho avuto un buon feeling con la macchina”, ha spiegato il Filandese a fine gara. “Ho fatto una buona partenza, sono molto felice per aver conquistato il podio”. La competitività della F60 è notevolmente migliorata , chissà che entro la fine dell’anno non possa portare anche a un primo posto. Difficile pensare che ci finirà Luca Badoer sul gradino più alto. Il povero sostituto di Massa è arrivato penultimo, davanti a Nakajima che per un tratto di gara ha corso con una gomma bucata. Spettacolare il suo rientro al box su tre ruote. A Valencia il collaudatore della Ferrari è finito, inoltre, in testacoda e ha sbagliato un uscita dai box finendo con una gomma su una striscia bianca. Un errore che gli è costata una penalizzazione con relativo passaggio ai box a velocità ridotta. “A Spa sarà tutta un’altra storia”, ha commentato Badoer. “Intanto oggi ho raggiunto il mio obiettivo: fare tutti i 57 giri ed arrivare in fondo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet