Export, nel 2013 incremento del 2,8%


Traino dell’economia italiana negli anni della crisi, l’export potrebbe rappresentare un’opportunità per le imprese anche nei prossimi 4 anni. I dati emergono dal rapporto RETHINK, con le previsioni per il 2014-2017, presentato al Palazzo di Varignana da SACE, gruppo assicurativo finanziario italiano specializzato nel sostegno all’internazionalizzazione. Nel 2013 le vendite estere provenienti dall’Emilia Romagna hanno fatto registrare un incremento del 2,8%. Sono oltre 1.200 le aziende servite dal gruppo SACE in Emilia Romagna, con 2,4 miliardi di euro di impegni nel 2013. Tra i comparti a maggior potenziale per l’export nei prossimi quattro anni rientrano i tre settori d’eccellenza emiliano-romagnola: l’agroalimentare con previsioni di crescita dell’export all’8,9%, seguito dalla meccanica strumentale (8,5%) e da tessile e abbigliamento (7%).

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet