Export ancora bene, Emilia Romagna terza


Più 5,9% le esportazioni emiliano-romagnole nel primo trimestre dell’anno. E’ quanto emerge dai dati dell’Istat analizzati da Unioncamere Emilia-Romagna. Nel dettaglio, tra gennaio e marzo, l’export regionale si è attestato a 12.899 milioni di euro salendo al 13,4% dell’export nazionale dietro a Lombardia (27,5%) e Veneto (13,5%). Il dato trimestrale, viene sottolineato in una nota, è determinato, “dall’accelerazione sui mercati europei, che si aggiunge alla continua e forte crescita sul mercato statunitense”. Tra i settori principali, forte crescita per le apparecchiature elettriche, elettroniche, ottiche e di misura (+12,9%) e i mezzi di trasporto (+11%). Positivi anche i risultati delle vendite della ceramica e vetro (+7,3%) e dei prodotti chimici e farmaceutici (+6,6%). Quanto alle destinazioni cresce del 7,4% l’export destinato ai mercati europei, che tocca così il 66% del totale. Nei soli Paesi dell’Unione Europea la salita è del 9,4%. Fra i singoli Paesi, crescita a due cifre sul mercato tedesco (+11,8%) e su quello statunitense (+15,5%), mentre risulta ancora più contenuto il tono della crescita sui mercati asiatici (+2,9%).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet