Expo, strategico per Parma l’aeroporto


“Siamo nell’imminenza di Expo: perdere l’aeroporto significherebbe pregiudicare tanto lavoro svolto tutti insieme”. Per questo “occorre un impegno collettivo, lungimirante, e generoso da parte della città”. A parlare è Andrea Zanlari, presidente della Camera di commercio di Parma, anche lui preoccupato per il futuro molto a rischio dello scalo Giuseppe Verdi. “Sono convinto, da sempre, che l’aeroporto sia un’infrastruttura strategica per la nostra provincia e anche per il territorio emiliano”, prosegue il presidente parlando alla ”Dire”. “Siamo una città che ha relazioni d’affari e culturali con l’Europa e con il mondo, siamo sede dell’Efsa, e l’avere un aeroporto ha giocato un ruolo determinante nell’accettazione da parte dell’Europa della nostra candidatura”, ricorda Zanlari. Per quanto riguarda l’appello del sindaco Federico Pizzarotti ad investire nella promozione del territorio, ad oggi non si ha notizia di incontri con l’ente camerale. Ma, dice Zanlari, “stiamo lavorando attivamente e con buoni risultati per incrementare l’incoming turistico”. Il futuro di un territorio, conclude il numero uno dell’ente di via Verdi, “si gioca, senza dubbio, su una molteplicità di fattori e di capacità pubbliche e private, ma alla base è necessaria una infrastrutturazione forte ed evoluta”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet