Expert System, bilancio consolidato a 17,2 milioni


Il consiglio di Amministrazione di Expert System, società leader nello sviluppo di software semantici per la gestione efficace delle informazioni e dei big data, quotata sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., ha approvato in data 28 maggio 2015 il bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 e il progetto di bilancio di esercizio che sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti prevista in data 27 giugno 2015 (I convocazione) e, occorrendo, 29 giugno 2015 (II convocazione). Stefano Spaggiari, Amministratore Delegato di Expert System, ha commentato: “Il 2014 è stato un anno particolarmente significativo per il nostro Gruppo, iniziato con la quotazione sul mercato AIM Italia nel mese di febbraio nell’ottica di avviare un piano di sviluppo ed espansione internazionale dell’azienda. I fondi raccolti tramite l’aumento di capitale sono stati destinati a questo primario obiettivo oltreché al continuo sviluppo della tecnologia Cogito e dei prodotti derivati. I risultati ottenuti dal Gruppo riflettono il significativo incremento del business in termini sia dimensionali, pari a 17,2 milioni di Euro, sia di marginalità superiore al 13,6%, in termini di EBITDA margin. Il Gruppo, nel 2014 e nei primi mesi del 2015, ha concentrato gli sforzi sul piano commerciale per l’ulteriore sviluppo e presidio del mercato domestico e la costruzione di una rete di partner internazionali, system integrator o vendor, per la diffusione dei prodotti della linea Cogito sui mercati americano ed europei, caratterizzati dalla presenza di realtà private e governative di grandi dimensioni, potenzialmente molto interessate all’uso di strumenti evoluti per la gestione dei big data, le attività di ricerca e text analytics semantico. La presenza di Expert System sui mercati occidentali è stata rafforzata con l’avvio di Expert System Cogito Ltd in UK, il potenziamento della branch statunitense, anche con l’apertura di un nuovo ufficio a Palo Alto (CA), e l’acquisizione delle divisioni ICM e iLab di ISOCO in Spagna che ha permesso l’ingresso diretto sul mercato spagnolo e potrà essere una piattaforma per l’accesso anche nei paesi sudamericani. Infine, con l’iniziativa in JV relativa a CY4Gate, volta ai mercati esteri, e con l’accordo vincolante siglato ieri per l’acquisizione di TEMIS, abbiamo dato vita ad un polo leader a livello mondiale per la tecnologia semantica per il cognitive computing.”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet