IFOA, STUDIO ALFA e MC-ZERO FIRMANO UN IMPORTANTE ACCORDO CON LA COMMISSIONE ECONOMICA DELLE NAZIONI UNITE PER L’AMERICA LATINA ED I CARAIBI (ECLAC/CEPAL)


REGGIO EMILIA 21 SETTEMBREIFOA e STUDIO ALFA Srl, realtà particolarmente conosciute del nostro territorio, insieme a MC-ZERO, società della provincia di Cremona, hanno stipulato un accordo triennale per supportare la Commissione Economica delle Nazioni Unite per l’America Latina ed i Caraibi (in seguito ECLAC/CEPAL) sui progetti di sviluppo economico, sociale e culturale che la stessa Commissione realizzerà nei prossimi anni. Il contratto di collaborazione prevede in prima linea il supporto e l’assistenza alle strategie di sviluppo della Commissione (di ECLAC/CEPAL) relativamente ai temi di efficienza e sostenibilità in ambito urbano, strategie di innovazione sostenibile pubblico-privata, efficienza energetica e riduzione di anidride carbonica (CO2).La Commissione (ECLAC/CEPAL), istituita nel 1948 e con sede a Santiago del Cile ed uffici a Buenos Aires, Brasilia, Montevideo, Bogotá e Washington, è una delle cinque Commissioni Regionali delle Nazioni Unite fondata con lo scopo di contribuire allo sviluppo economico dell’America Latina, coordinando le azioni mirate a questo fine e rafforzando i legami economici tra i Paesi e con le altre nazioni del mondo.L’accordo è ricco di attività, che saranno portate avanti in fasi successive in America Latina nel campo della diffusione della cultura ambientale e della progettazione sostenibile, formando di fatto un pool con capacità tecniche complementari in grado di supportare compiutamente le complessità di progetti di questa portata.Uno di questi programmi, relativo alla sostenibilità ambientale, è stato presentato da Michele Grassi di Studio Alfa Srl, assieme a Ricardo Jordàn di CEPAL e Carlo Magnoli di MC-Zero, in occasione dell’evento internazionale World Urban Forum -tenutosi a Napoli dal 1 al 7 Settembre 2012- durante il side event delle Nazioni Unite del 5 settembre, nel convegno dal titolo: ”Eco-efficient Urban Infrastructure: Low carbon roadmap”.“L’attuale crisi economica ha stimolato la firma di questo accordo per entrare in America Latina, dove è particolarmente sentita l’esigenza di interventi in tema di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica” ha affermato l’Ing. Mauro Carretti, Presidente di Studio Alfa srl “Le attività previste avranno potenziali ricadute positive sul territorio e l’economia locale, ma nello stesso tempo da questa collaborazione possono nascere anche opportunità per quelle imprese italiane che operano in campo ambientale, energetico ed edilizio e che sono intenzionate a fare rete per affrontare nuovi mercati: questa partnership ci consente infatti di capire i reali bisogni dei paesi sudamericani in termini di tecnologia e assistenza tecnica”.Ha precisato invece il Direttore di IFOA Umberto Lonardoni “La formazione è il primo passo necessario per mettere in grado i decisori politici e gli amministratori di intervenire con scelte mirate e competenti sullo sviluppo dell’ambiente e del territorio. Questo accordo nasce dall’incontro di realtà che hanno messo a disposizione le loro migliori competenze con logiche di partnership per affrontare mercati nuovi e diversi”.“In America Latina lo sviluppo urbano è in forte sviluppo – ha concluso l’arch. Gian Carlo Magnoli, di MC ZERO – ma l’ambiente che l’uomo costruisce danneggia l’ambiente naturale. Solo con la formazione e interventi progettuali integrati con lo sviluppo sostenibile è possibile garantire un futuro diverso e migliore alle generazioni future”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet