Cambio appalto, 80 in sciopero a Mondo Convenienza


Cambiare società in appalto per poter licenziare i lavoratori sindacalizzati e applicare un diverso contratto nazionale per ridurre le retribuzioni. E’ quello che, spiega Filt-Cgil in una nota, sta succedendo al deposito Mondo Convenienza di Calderara di Reno (Bologna) dove, da questa mattina, gli oltre 80 lavoratori (su 120) esclusi dal cambio di appalto sono in sciopero davanti al magazzino per chiedere il rispetto delle leggi sul lavoro, assunzione di tutti e condizioni di lavoro dignitose. La società che si vuole sostituire è la Bird Logistic, attiva al centro dell’hinterland bolognese nella distribuzione e montaggio dei prodotti e il sindacato spiega che quello in corso è “lo stesso schema utilizzato in altre piattaforme dal consorzio Lodi che sostituisce sempre con proprie cooperative le appaltatrici di Mondo Convenienza con l’obiettivo di ridurre i diritti e licenziare i lavoratori ‘scomodi’”. Il sindacato spiega come siano stati 37 a Brescia, 15 sia a Verona che a Milano e 23 a Civitavecchia i lavoratori ‘esclusi’.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet