Errani: “Moody’s dà ragione alle Regioni”


19 SET. 2011 – Enti locali nella morsa della manovra. A lanciare l’allarme è l’Agenzia internazionale di rating Moody’s che parla di "nuove pressioni su bilanci già stressati". La critica al provvedimento approvato mercoledì scorso dal Parlamento è contenuta in un documento rilasciato settimanalmente dalla società newyorchese. In evidenza risultano le difficoltà alla quale vanno incontro Regioni, comuni e province. Senza risorse, sarà per loro impossibile fare investimenti, "il che influenza negativamente lo sviluppo economico del Paese", dicono gli analisti di Moody’s."E’ la conferma di quanto da giorni stanno sostenendo Regioni ed Enti locali: la manovra, così come è impostata, è ingiusta ed avrà un impatto negativo e fortemente recessivo per le economie dei territori". A parlare è il Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani. "Siamo – prosegue – di fronte ad un impianto iniquo con tagli sproporzionati sul versante delle autonomie locali e senza alcuna misura tesa a favorire la crescita e lo sviluppo. Moody’s sottolinea, tra l’altro, il danno rappresentato da annunci e scelte unilaterali.""Ancora una volta – conclude Errani – una voce autorevole rimarca la validità delle proposte della Conferenza delle Regioni per rilanciare il dialogo interistituzionale e invertire la rotta tracciata consecutivamente da ben tre manovre. Occorre lavorare dare maggiore equilibrio al governo della spesa e inserire azioni concrete, ad esempio intervenendo sui vincoli imposti dal patto di stabilità, per liberare risorse per gli investimenti e per lo sviluppo".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet