Entro agosto tasse per 30 miliardi di euro


Tanti saluti alle ferie e via, nuovamente al lavoro – per chi ancora ne ha uno, naturalmente. E con una brutta sorpresa fatta di tasse, che a molte imprese guasterà l’estate: 29 miliardi di euro entreranno entro il 29 agosto nelle casse dell’Erario, ben 13 di IVA che rappresenta la fetta più consistente della stangata di fine mese. Notizia parzialmente compensata dall’annuncio del commissario europeo all’industria Nelli Feroci, che ieri ha annunciato l’imminente sblocco di 56 miliardi destinati a saldare i vecchi debiti delle amministrazioni pubbliche di tutta Italia con le imprese private. E’ questo l’eterno paradosso della macchina pubblica nazionale: creditrice esigente da un lato, pessima debitrice dall’altro. A sottolinearlo è il presidente provinciale di CNA Umberto Venturi, che rinnova l’allarme rosso sulla pressione fiscale a carico delle imprese.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet