Enrico Rava porta Mundus a Novellara


NOVELLARA (RE), 27 LUG. 2010 – Nel suo peregrinare per i comuni – ben 8 – delle province di Reggio Emilia e Modena, la quindicesima edizione della rassegna Mundus & noi farà tappa mercoledì 28 luglio a Novellara. Qui, alle ore 21.30 nel Cortile della Rocca, andrà in scena uno dei più grandi interpreti della tromba, Enrico Rava. Ma in occasione di questo concerto, che costa 15 euro e verrà trasmesso in streaming sul sito web del Corriere della Sera, a differenza di molti suoi colleghi il musicista non si limiterà a riproporre i suoi brani, eseguiti migliaia di volte in tutto il mondo.La cosa difficile, in serate come quella di domani, è reinventare: da un canovaccio – solo apparentemente semplice – riuscire a tessere nuove ed originali trame. Ed Enrico Rava è maestro in tutto ciò, basti pensare alle sue molteplici ed ogni volta diverse versioni di "My Funny Valentine" cavallo di battaglia dell’indimenticabile Chet Baker, ma anche di Miles Davis. Con questo gruppo di straordinari musicisti, Rava affronterà come fossero nuove composizioni, gli standard che ama e che magicamente riprenderanno nuova vita.Rava Standards è una formazioni che non ha bisogno di presentazioni. Una squadra di fuoriclasse pronta a regalare al pubblico 90 minuti di improvvisazione. Enrico Rava è sicuramente il jazzista italiano più conosciuto ed apprezzato a livello internazionale. Da sempre impegnato nelle esperienze più diverse e più stimolanti, è apparso sulla scena jazzistica a metà degli anni sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. La sua schiettezza umana ed artistica lo pone al di fuori di ogni schema e ne fa un musicista rigoroso ma incurante delle convenzioni. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali.Accanto a enrico Rava sul paco di Novellara ci saranno il trombone di Dino Piana, il "Signore" del jazz italiano, Julian Oliver Mazzariello, bambino prodigio del pianoforte sulle scene dall’età di 13 anni, Dario Deidda, bassista della band di Pino Daniele nel 1999 ha collaborato col suo contrabbasso con i migliori musicisti jazz italiani e stranieri, e Fabrizio Serra, originale maestro del drumming jazzistico europeo.Tutte le informazioni su questo e i prossimi appuntamenti di Mundus, che andrà avanti fino al 15 agosto, sono reperibili sul sito del Coordinamento dei teatri della provincia di Reggio Emilia: www.reteatri.it.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet